E’ tutto pronto a Venafro per la cerimonia d’intitolazione dell’Oratorio parrocchiale di San Simeone e Santa Maria di Loreto di Venafro a Mons. Armando Galardi, il Parroco appena scomparso. L’ha voluto all’unanimità la stessa comunità parrocchiale sotto la spinta del vice Parroco Don Vincenzo Frino alla vigilia del proprio trasferimento alla Parrocchia di Colli al Volturno, trasferimento scaturito dal vasto movimento di parroci appena varato dalla Diocesi d’Isernia/Venafro.

Per la predetta intitolazione dell’oratorio parrocchiale a Mons. Galardi, che per decenni ha guidato la parrocchia nel centro storico venafrano prodigandosi per la creazione di strutture parrocchiali d’intrattenimento e svago per tutte le età, ci sarà venerdì 20 ottobre (h 17,30) a San Simeone la Santa Messa solenne officiata dal Vescovo Mons. Camillo Cibotti, cui seguirà la cerimonia d’intitolazione del complesso parrocchiale a Mons. Galardi presenti i fedeli del posto.

Due giorni dopo, domenica 22 ottobre, don Vincenzo Frino lascerà la Parrocchia di S. Simeone per entrare ufficialmente a Colli al Volturno, prendendo possesso della propria nuova sede parrocchiale nel Comune del Volturno altissimo. In tale circostanza sarà ancora il Vescovo d’Isernia/Venafro a celebrare la Santa Messa, presenti le autorità del luogo e la comunità collese che nella circostanza accoglieranno il loro nuovo Parroco.

Don Frino, si ricorda, è nato 41 anni orsono a Cerignola (Foggia), è il secondo di tre figli, è sacerdote dal 2005 e sempre nella Diocesi d’Isernia/Venafro è stato Parroco di Castelpizzuto, Longano, S. Agapito e Cerro al Volturno.

Tonino Atella