Eostre, tra le dee nessuna le è pari

Esposizione d’Arte contemporanea, 2-8 aprile 2016

Vincenzo Amicone e Simona Materi

Vernissage 2 aprile 2016, ore 18 –Vecchio mulino di Prata Sannita

a cura di Roberta Muzio e Maria Antonietta Tortola

L’artista isernino Vincenzo Amicone e la designer di gioielli Simona Materi – di origini campane ma residente da molti anni a Venafro –  esporranno le loro opere  nel vecchio mulino di Prata Sannita, sulle rive del fiume Lete, dal 2 all’8 aprile 2016. E per la serata del vernissage, sabato 2 aprile a partire dalle ore 18, tanti artisti molisani e campani saranno presenti per dare vita ad una serata unica.

L’evento di apertura, realizzato con il patrocinio del Comune di Prata Sannita,  sarà una festa di poesia, musica e danza dedicata alla dea Eostre, divinità germanica collegata ai vari aspetti del rinnovarsi della vita, come la primavera o la fertilità. Perché proprio Eostre e perché proprio Prata Sannita?

Le organizzatrici dell’evento hanno voluto in qualche modo rinsaldare il ponte culturale tra il Molise e quella parte della Campania così vicina che ancora pochi molisani conoscono. E quale occasione migliore se non nel momento del risveglio della natura?

Hanno accolto l’invito per una serata davvero speciale artisti del calibro di Vittorio Del Cioppo, attore e cantante, Sergio Marchetta, poeta e scrittore, Gianni Spallone, professore di letteratura spagnola, Rosanna Fanzo musicista tra le poche in Italia a suonare la nyckelharpa, la danzatrice isernina Andrea Lorena Cianchetta. I versi saranno del poeta casertano Giuseppe Bocchino e la conduzione affidata alla giornalista Maria Antonietta Tortola. La serata sarà arricchita dalla partecipazione straordinaria di Gennaro Petrecca, critico d’arte e proprietario dello Spazio Cent80anta di Isernia, che nel corso di questi ultimi mesi ha risvegliato la passione per l’arte di molti molisani con i suoi eventi di altissimo spessore culturale e che ha collaborato anche alla realizzazione di questo evento “fuori porta”.

Il pomeriggio del 2 aprile a partire dalle 16 è prevista per il pubblico che parteciperà al vernissage  una visita speciale: all’antico convento di San Francesco e alla chiesa di San Pancrazio a Prata Sannita e alla Cipresseta di Fontegreca, grazie alla collaborazione con il Gruppo archeologico Prata Sannita e Love Matese. Un pomeriggio di arte, natura e scoperta offerto ai visitatori e, in conclusione, un assaggio dei prodotti vegetariani della terra sannita.