La denuncia dei venafrani per incuria, distruzione ed abbandono dello storico Ospedale SS Rosario e dell’intera area circostante

 

Da un residente della periferia ovest di Venafro, che per privacy chiameremo Nicola nome di fantasia, perviene una dura ed assolutamente inappuntabile denuncia circa lo stato di incuria, abbandono e sporcizia  in cui da decenni l’Asrem -la sanità pubblica molisana che ne è proprietaria- continua a tenere in maniera del tutto ingiustificabile lo storico SS Rosario di Venafro e l’intera area circostante senza alzare un dito riportandovi pulizia, sicurezza e decenza.

Per testimoniare il tutto basta leggere quanto scrive il predetto residente,”Nicola” : “Questo è l’ingresso dell’ospedale vecchio di Venafro -scrive  il nostro a commento della foto allegata da lui stesso trasmessa- dal che la necessità di parafrasare la trasmissione tv Focus un cui recente titolo asseriva, <Vent’anni dopo la scomparsa dell’uomo …  !”. In effetti, da che è stato chiuso ed abbandonato lo storico SS Rosario, sulla struttura e sull’ampia area circostante si è abbattuto l’abbandono più assoluto.

Tutto lasciato alla mercé di intemperie, animali selvatici e vandalismi, con la conseguenza di ritrovarsi oggi con un complesso impossibile a vedersi, unitamente all’area circostante. Ancora “Nicola”, evidentemente amareggiato per quanto accade in zona : “E’ una indecenza vedere una struttura, per giunta ristrutturata con fondi del terremoto, ridotta in questo stato e nessuno a Venafro, Campobasso ect. adoperarsi per  restituire decenza all’intera area, che viceversa potrebbe tornare utile alla città se rimessa in sesto, ripulita e resa affidabile così come lo era sino a vent’anni addietro, prima cioè che l’uomo scomparisse dal suo interno !”.

Siffatta dura denuncia del cittadino venafrano, senz’altro avallata da tutti i propri concittadini, è stata più volte manifestata ai vertici e responsabili amministrativi dell’Asrem perché s’intervenisse, ma niente è stato fatto da chi avrebbe dovuto e potuto ! E’ così che devono andare le cose ? Ed è così che deve progressivamente distruggersi il patrimonio pubblico ? Piacerebbe tanto leggere nel merito motivazioni e spiegazioni dei responsabili Asrem ! Nel frattempo i venafrani “s’incazzano” e ne hanno ben donde !

Articolo precedenteFUNCTIONAL SPARTAN TRAINING, SI TORNA A SUDARE SOTTO LA GUIDA DI MARRA E LOMBARDI
Articolo successivoCalcio. Isernia sbanca a Gambatesa, 5 a 0 è già sfida aperta col Campobasso