La rabbia ha dettato l’evento, la passione ha segnato il percorso e il cuore ha fatto il resto. A 48 ore dalla manifestazione, Raffaele Siano intende ringraziare un pò tutti:

<<Sono ancora incredulo per la partecipazione che ha coronato il mio grande sogno, quest’urlo silenzioso partito da ogni angolo della Valle del Volturno che ha gridato forte e chiaro “ORA BASTA”.

Ringrazio il popolo venafrano e tutti i paesi limitrofi, ringrazio tutti coloro che, in qualche modo, si sono resi partecipi della mia avventura, in modo particolare: Amedeo Canale, Damiano Vaccone, i fratelli Oliva (Gianluca e Stefano), Alfonso Morelli e tutti quelli che hanno fatto sì che la manifestazione si svolgesse nel miglior modo possibile.

Ringrazio: le forze dell’ordine, la croce azzurra, la protezione civile e gli Ultras Venafro.

L’ho avevo promesso e l’abbiamo realizzato, io materialmente e tu spiritualmente. Adesso, portiamo a termine il nostro cammino, illuminami da lassù. “Ciao Compà”… (pensiero rivolto da Raffale all’amico di sempre Loreto Zullo, scomparso recentemente per il male del secolo, che ha fatto scattare nell’organizzatore della manifestazione di protesta contro l’inquinamento, quella scintilla di orgoglio e di amore per la propria terra che ha condotto in corteo migliaia di persone).

Raffaele Siano

 

Articolo precedenteStudenti universitari fuori sede, per la casa in affitto sconto Irpef del 19%. Il 65% dei molisani frequenta l’università in altre regioni
Articolo successivoIsernia – Assessore Di Perna: pubblicato il “Catalogo offerta formativa Garanzia Giovani”.