Con ogni probabilità sarà prorogato il blocco al traffico pesante su via Colonia Giulia. Lo ha lasciato intendere il nuovo prefetto di Isernia, Cinzia Guercio, durante la sua visita istituzionale al Comune di Venafro. Se i valori delle polveri sottili dovessero attestarsi su livelli alti – ha detto al sindaco Alfredo Ricci – l’ordinanza del predecessore Fernando Guida sarà prolungata.

Ma questa non sarà di certo l’unica azione messa in campo dal prefetto. Il suo obiettivo dichiarato, sin dall’insediamento, è quello di continuare a tenere alta l’attenzione sul fronte dell’inquinamento in tutta la piana di Venafro. Se le varie indagini avviate dalla Procura di Isernia dovessero accertare una situazione di inquinamento importante, prenderà tutte le iniziative necessarie per risolvere un problema che in questi anni sta preoccupando molto i cittadini di questa area, da Pozzilli a Sesto Campano.

Tra le ipotesi in campo, anche quella di un coinvolgimento diretto del ministero dell’Ambiente. Tra le indagini sull’inquinamento spiccano quelle legate alle industrie della zona, mentre negli ultimi mesi sta tenendo banco quella che lo scorso mese di novembre ha portato al sequestro del depuratore del nucleo industriale di Pozzilli.

Negli ultimi giorni sono stati prelevati dei campioni sia nelle vicinanze del collettore sia nei corsi d’acqua Rava e Ravicone. A breve i sedimenti raccolti saranno analizzati da un laboratorio esterno individuato dagli inquirenti. L’impressione è che le indagini siano ormai vicine alla conclusione. Al momento non risultano indagati, ma presto potrebbero esserci importanti novità.