di T.A.

I VENAFRANI NE SOLLECITANO LA POTATURA PRIMA DELLE IMMINENTI FESTIVITA’ PATRONALI.

Le luminarie, peraltro bellissime, sono state appena allestite in piazza Vittorio Veneto al rione Mercato, storica sede naturale delle serate delle imminenti festività patronali del 16, 17 e 18 giugno per celebrare i Santi Martiri Nicandro, Marciano e Daria, ma i numerosi lecci della piazza non potati da tempo immemorabile invadono e ricoprono di tutto, luminarie comprese, rovinando conseguentemente ogni cosa, la festa patronale in primis. Sul tema, i venafrani : “C’è appena stata la potatura di tali magnifici e pluridecennali alberi -afferma la gente comune- su via Caserta e via Milano, strade adiacenti a piazza Vittorio Veneto, migliorando finalmente l’aspetto di tali strade e la stessa vita degli alberi in questione. Potatura anche su via Falca e alle Quattro Cannelle, con l’intero rione Ciaraffella a goderne. Si pensava che si proseguisse anche su piazza Vittorio Veneto al rione Mercato, storica sede naturale delle imminenti festività patronali, ed invece sono spariti uomini e mezzi senza potare alcunché. Ne consegue che gli alberi in questione ricoprono di tutto, luminarie festive comprese. Non è uno spettacolo bello, si creda, per cui invitiamo le istituzioni pubbliche preposte ad adoperarsi ad horas, cioè immediatamente, affinché anche i lecci di piazza Vittorio Veneto siano potati, restituendo bellezza ed attrattiva storica alla piazza e all’intero “Salotto Bello” della Venafro Antica, vale a dire al rione Mercato”. La conclusione dell’esternazione popolare, certamente condivisibile : “No, non è bello a vedersi tanti alberi invasivi e pendenti sulle strade, quasi a sfiorarle ! Si potano prima delle festività patronali e l’intero centro storico ne godrà, parola di venafrani !”. Verranno ascoltate tali voci popolari ? Ce lo auguriamo tantissimo !

 

Articolo precedenteTrofeo Italiano Rally, Giuseppe Testa in Trentino per il rally di San Martino di Castrozza. Obiettivo difendere l’attuale posizione di leader
Articolo successivoCampobasso – Irregolarità urbanistico-edilizie, Carabinieri Forestali denunciano undici persone