L’importante scoperta archeologica è avvenuta martedì 25 febbraio u.s. nel corso dei lavori di adeguamento del campo sportivo comunale. Nell’area in questione è venuta alla luce una necropoli romana che risalirebbe a circa 2500 anni fa, questa la tesi degli archeologi che stanno studiando il ritrovamento.

La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Molise, ha chiesto al Comune di San Martino in Pensilis di sospendere i lavori. L’area in oggetto è stata posta sotto vincolo archeologico. Per il sindaco della cittadina del basso Molise, si tratta di una scoperta straordinaria. Ora si dovrà stabilire come intervenire preservando la necropoli, in che modo agire per mettere l’area in sicurezza e risalire esattamente all’origine della necropoli.