di T.A.

Da un utente molisano, evidentemente soddisfatto di servizi e prestazioni ricevuti, perviene una bellissima testimonianza circa la piena funzionalità della sanità pubblica abruzzese, ai confini col Molise. E’ segno evidente questo che la sanità pubblica italiana funziona alla grande in costanza di professionalità e lavoratori affidabili, nonché di strutture moderne ed al passo coi tempi e con le attese dei cittadini che “bussano” ai servizi della sanità nazionale per ricevere garanzie circa la loro salute. Ed allora è con vero piacere che viene ospitato quanto l’utente molisano ha appena constatato. “Per cure e prestazioni ad un familiare -comunica l’interlocutore- ho appena frequentato per 24 h il pronto soccorso dell’ospedale civile di Castel di Sangro (L’Aquila) ai confini col Molise. Struttura moderna e nuova, con interni assolutamente ben tenuti. All’ingresso immediate le informazioni da parte dei lavoratori della struttura per mettere a loro agio quanti arrivavano, massima cortesia di personale infermieristico ed ausiliario ed altrettanta disponibilità professionale del sanitario preposto. Gentilezza di tutti all’ingresso, tranquillità piena nel reparto ed interni assolutamente puliti e in ordine. Analogo riscontro positivo nelle stanzette a due posti, con letti perfetti e massimo confort, nonché con cibi ai ricoverati in tutta igienicità. Ma soprattutto cure tempestive, come flebo, analisi, accertamenti ed altro, con la cordialità e la professionalità quali segni distintivi di ciascun dipendente ospedaliero. Quindi analisi, esami ed accertamenti immediati, informazioni dettagliate ed esaurienti ai pazienti e ai loro congiunti, e già all’indomani, non  necessitando il ricovero nei reparti, dimissioni per il rientro a casa”. La conclusione della bella testimonianza : “E’ sembrato essere a casa propria, tra confort e gentilezze di ogni tipo, e non già in un ospedale. Ho ritenuto opportuno contattare i media perché si sapesse della positiva, valida ed affidabile sanità pubblica nazionale in quel di Castel di Sangro, alla quale va il mio doveroso CHAPEAU ed il sincero ringraziamento per quanto fatto e ricevuto dal mio congiunto nell’Ospedale Civile di Castel di Sangro nell’Aquilano a confine con la seconda provincia molisana”. Ok ! E’ un piacere sincero scrivere una cronaca siffatta, quale garanzia per la salute di tutti !

 

Articolo precedenteIL PIATTO DELLA VENAFRANITA’ : IL “BOCCONE DA RE” TRA VERDURE LOCALI, “VSCUOTT” RUSTICO ED OLIO EXTRAVERGINE DEL LUOGO
Articolo successivoCONCA CASALE: Sospensione idrica programmata in data 11 ottobre 2023