di Giovanni Minicozzi

Oggi 22 luglio 2021 alle ore 16 circa il gruppo  San Stef.AR di Stefano Petracca,  legato ad un fondo azionario svizzero, si è aggiudicato l’acquisto delle azioni di Gemelli Molise per un importo di 33 milioni di euro. Si tratta di un fondo con sede legale CAPITAL AG in KILEBBERG( SVIZZERA) Via Bahnhofplatz 1.

A mio parere tra i possibili acquirenti la San Stef.AR è la società con meno esperienza nel campo della ricerca scentifica e dell’alta formazione. Verosimilmente l’accelerazione del processo di vendita è legato  alle imbarazzanti  lettere “minatorie” inviate ai vertici romani del Policlinico Gemelli dal presidente della Regione Donato Toma.

Ora cercheremo di capire qual è il progetto industriale degli acquirenti e quali garanzie offre sia al personale del Gemelli  sia al sistema sanitario regionale. Secondo i bene informati il vescovo di Campobasso – Bojano  Giancarlo Bregantini avrebbe avuto un ruolo determinante nella scelta della nuova società.

Di certo l’esclusione di colossi come Humanitas e Neuromed  già affermati nella ricerca oncologica e neurochirurgica non depone a favore dei molisani.