La Squadra Mobile ha denunciato all’A.G. una donna, R.M. classe 1983, compagna di S.S., classe 1978 (quest’ultimo ristretto in carcere), trovata in possesso di sostanza stupefacente del tipo eroina e cocaina di cui cercava di disfarsi alla vista degli agenti operanti.

Nella circostanza oltre al sequestro dello stupefacente, veniva sottoposta a sequestro anche una somma di mille euro provento dello spaccio di stupefacenti. Nel corso della perquisizione domiciliare, sono state rinvenute due carte di credito postali e diverse ricevute di versamento per l’importo di euro 999,99 cadauno sulle carte in questione, ad opera di soggetti contigui al mondo dello spaccio di stupefacenti.

Visto che il nucleo familiare della donna ha redditi dichiarati esigui, e la stessa non ha un’attività lavorativa, e che le due carte di credito avevano una disponibilità di circa 17.000 euro ritenuto provento dallo spaccio, la Polizia effettuava un sequestro preventivo d’urgenza che, la Procura della Repubblica di Campobasso ha convalidato disponendo il sequestro preventivo dei rapporti finanziari collegati alle due carte di credito.