Troppe aree del Molise senza copertura, i Comuni con Anci scrivono ai principali operatori di telefonia mobile : TIM, VODAFONE e WIND 3.

Mentre i Comuni ricevono complessi questionari sul grado di digitalizzazione, Anci sta facendo particolare pressione istituzionale per un’accelerazione dei lavori per la banda ultralarga (BUL) nelle aree rurali e montane, “bianche”. Le agende digitali regionali sono ancora da attuare e dobbiamo “ formarci all’innovazione”. Vogliamo concentrarci su una grande emergenza del Paese che con la tv che non si vede, è la prima sfera del divario digitale.

LA TELEFONIA MOBILE E LE TROPPE ZONE SENZA COPERTURA

Vogliamo insieme impegnare gli operatori a investire nelle aree montane e interne italiane. Lo dobbiamo fare con Mise, Agid, le Istituzioni nazionali dalla parte degli Enti locali. E oggi vogliamo portare all’attenzione degli operatori, del Governo, del Parlamento un elenco di quel pezzo di Paese che non riesce a telefonare, mandare messaggi e navigare, nelle zone INTERNE.

Puoi rappresentare l’esigenza di un luogo, il nome di un borgo, la via, la strada, l’area,il nome di un rifugio, le coordinate gis, la zona dove i telefoni non prendono e dove gli operatori di telefonia devono investire.

Dalle mail che riceveremo, ANCI Molise sta componendo un elenco, il più completo possibile, e verrà inviato ai principali operatori di telefonia mobile, ai Parlamentari, al Governo e ancora all’AGCom e a quanti si occupano di digitale e infrastrutture, di smart community e di sviluppo locale.

Articolo precedenteSi è dimesso il sindaco di Conca Casale Luciano Bucci
Articolo successivoAuto rubata in Molise recuperata dai Carabinieri grazie al Gps a San Severo (FG)