Nota stampa congiunta predisposta dalle Segreterie Regionali dei sindacati dei trasporti (FILT CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, FAISA CISAL e UGL TRASPORTI AUTOFERRO) ed indirizzata alla Prefettura di Campobasso allo scopo di denunciare la situazione di stallo che caratterizza il trasporto pubblico di questa Regione nonostante i formali impegni assunti lo scorso 14 giugno, presso la stessa Prefettura, dall’Istituzione Regionale e dall’Associazione datoriale che rappresenta le imprese di trasporto.

In data 29 maggio 2019, le scriventi Organizzazioni Sindacali, in relazione alla grave crisi che investe il trasporto pubblico locale in Molise e che da decenni attende quella profonda riforma del settore in grado di assicurare ai cittadini un sistema della mobilità efficiente, coordinato ed integrato, hanno richiesto ed ottenuto l’attivazione di un apposito tavolo prefettizio alla presenza delle Istituzioni regionali e dell’Associazione Datoriale.

Tale formale richiesta, valida anche come espletamento della I^ fase delle procedure di raffreddamento ai sensi della Legge 146/90 e della disciplina di settore, ha fatto registrare un primo momento di confronto lo scorso 14 giugno in occasione della specifica riunione convocata dalla Prefettura di Campobasso alla presenza di rappresentanti delle imprese e dell’Amministrazione Regionale oltre che ovviamente delle stesse organizzazioni sindacali rappresentate anche dalle rispettive Segreterie Nazionali.

Al termine di una discussione dalla quale non sembravano emergere elementi concreti che potessero scongiurare il ricorso alla mobilitazione dei lavoratori e allo sciopero politico di carattere regionale, le parti, accogliendo una proposta di mediazione avanzata dalla stessa Istituzione Prefettizia, si sono accordate nel fissare apposite riunioni da tenersi e concludersi entro il 31 luglio 2019 e che vedessero la partecipazione delle forze sindacali, dei rappresentanti delle imprese e delle Istituzioni Regionali. Ovviamente a seguito di questa comune disponibilità manifestata dalle parti al fine di ricercare possibili soluzioni, le Organizzazioni Sindacali hanno sospeso la procedura e la mobilitazione.

Ad oggi tuttavia le scriventi Organizzazioni Sindacali, sono costrette a segnalare con profondo rammarico che quegli impegni assunti, sono stati del tutto disattesi al punto che nessuna riunione è stata formalmente convocata se si esclude un incontro tenutosi soltanto ieri con l’Assessore Regionale ai trasporti (non legato peraltro a quanto convenuto nel tavolo prefettizio) e dal quale è emerso che L’Ente Regione sarebbe ancora in attesa (unitamente ai rappresentanti delle imprese e alle stesse OO.SS) del verbale prefettizio risalente al 14 giugno e nel quale dovrebbero essere riportati gli impegni formali e le rispettive posizioni delle parti oggetto della riunione tenutasi in pari data presso la Prefettura di Campobasso.

Le Segreterie Regionali Filt Cgil – Fit Cisl – Uiltrasporti – Faisa Cisal e Ugl autoferrotranvieri, si rivolgono nuovamente alla spettabile Prefettura di Campobasso affinché da un lato predisponga con estrema urgenza quel verbale oggetto della riunione del 14 giugno u.s., la cui assenza sta costituendo, a parere delle scriventi, “un elementare ed assurdo pretesto” per dilatare o addirittura negare il necessario confronto e, dall’altro, solleciti le parti datoriali ed Istituzionali al rispetto degli impegni formalmente assunti.