In Termoli (CB), nel corso di un mirato servizio di prevenzione e repressione delle violazioni in materia di sostanze stupefacenti, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 18enne incensurato del luogo.

Nella circostanza gli operanti, effettuando una perquisizione domiciliare e personale d’iniziativa a carico dello stesso trovavano, all’interno del garage di pertinenza della sua dimora, tre pezzi di Hashish del peso complessivo di grammi 66,00, due bustine in cellophane contenenti Marijuana del peso complessivo di grammi 1,40, un involucro in plastica termosaldato contenente grammi 0,70 di Cocaina, sette bilancini elettronici di precisione perfettamente funzionanti e materiale vario per il confezionamento di sostanze stupefacenti.

Quanto complessivamente rinvenuto nel corso della suddetta operazione veniva quindi sottoposto a sequestro penale, in attesa delle analisi di laboratorio e del successivo deposito presso il competente ufficio corpi di reato. Il 18enne pertanto, appurate le sue oggettive responsabilità in relazione al reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, previsto e punito dall’articolo 73 del D.P.R. 309/1990, veniva tratto in arresto e tradotto presso la sua abitazione per ivi permanere, in regime di arresti domiciliari, a diposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Larino (CB).

Nel corso della successiva udienza dinanzi alla competente Autorità Giudiziaria, l’arresto veniva opportunamente convalidato poiché legittimamente effettuato ed a carico del giovane veniva applicata la misura dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza con contestuale divieto di uscire dalla propria abitazione dalle ore 20:00 alle ore 07:00. L’attività in questione, che segue a diverse altre operazioni in tema di sostanze stupefacenti svolte recentemente dall’Arma, dimostra quanto la materia in questione meriti sempre la massima attenzione, anche al fine di evitare o quantomeno limitare il più possibile la diffusione di ogni genere di droghe, tenuto anche conto del notevole ed alquanto preoccupante abbassamento dell’età media, non solo dei soggetti dediti ad attività di spaccio ma anche dei consumatori.

I servizi di controllo nello specifico ambito continueranno ad essere svolti con assiduità anche nel prossimo futuro, non solo a Termoli (CB) ma anche negli altri 16 Comuni che ricadono nel territorio di competenza della locale Compagnia dei Carabinieri, guidata dal Maggiore Alessandro Vergine. Si ribadisce ai cittadini l’invito a fornire la massima collaborazione segnalando al 112 qualsiasi situazione degna di nota o comunque sospetta, così da ottenere un’adeguata sinergia tra Stato e cittadinanza, che risulta assolutamente indispensabile per poter garantire il più alto livello possibile di vivibilità e sicurezza del territorio.

Articolo precedenteVenafro, parte la campagna tesseramento promossa dal comitato “ALBANOVA VOLTURNI”, nato per la tutela del paesaggio e dell’ambiente delle terre del fiume Volturno”
Articolo successivoBonefro, domani presentazione del nuovo libro della scrittrice molisana pluripremiata Sabrina Izzi