“Una Nuova Cultura della Natura per la Tutela della Biodiversità” è il titolo del convegno sull’ambiente organizzato dal Lions Club Termoli Host, il 18 novembre, alle ore 17,30, presso la Sala Consigliare del Comune di Termoli. Questa conferenza rientra in un progetto di educazione ambientale dal titolo “La Magia del Mare, la Magia degli Alberi – alla Scoperta della Biodiversità”, organizzato dal Lions Club Termoli Host con il Patrocinio del Comune di Termoli in collaborazione con L’Associazione Ambiente Basso Molise, la Fidapa, l’Istituto Comprensivo Albert Schweitzer e la Banca Mediolanum.
Il progetto appartiene ad un ciclo di tre incontri con gli studenti dell’Istituto Comprensivo Albert Schweitzer e la cittadinanza volti a promuovere una conoscenza più approfondita di piante e animali: il primo dal titolo la Magia del Mare già realizzato il giorno 12 ottobre, il secondo dal titolo la Magia degli Alberi che prevedrà la piantumazione di alberi, in Piazza Monumento, il 21 novembre 2022 alle ore 10 e infine l’ultimo incontro dedicato al Fratino, il 22 aprile 2023, presso la spiaggia La Fregata alle ore 9.30 comprensivo di un percorso laboratoriale che condurrà gli studenti alla scoperta della flora e della fauna sulle dune.
Il convegno porrà l’attenzione sull’ambiente e la biodiversità intesa come la varietà di vita presente sulla terra, caratterizzata da milioni di piante, animali e dai complessi ecosistemi che essi costituiscono. Il tema è di particolare attualità in quanto la perdita di biodiversità sta procedendo a ritmi sempre più serrati. Inoltre si stima che l’80% dell’ecosistema del pianeta sia ancora sconosciuto. Risulta per questo urgente dare valore a questa realtà non ancora conosciuta, per consentire la sua tutela. Purtroppo si parla di questo tema riferendosi soltanto agli ecosistemi delle foreste tropicali o alle barriere coralline, ma anche sul nostro territorio è presente una ricca biodiversità che merita di essere tutelata e protetta. Per questo risulta necessario far conoscere specialmente ai più giovani questa ricchezza, monitorando e promuovendo la protezione dell’ambiente con la collaborazione di esperti del settore. La protezione dell’ambiente deve coinvolgere gli scienziati, i politici, gli economisti, gli insegnanti, i giovani e l’intera cittadinanza in quanto dalla sua preservazione dipende il futuro del nostro pianeta. Sarà necessario sensibilizzare verso un uso sostenibile del territorio e delle sue risorse, stimolando il senso di responsabilità e consapevolezza sul significato delle azioni umane e delle loro ripercussioni sull’ambiente. Giovani ed adulti dovranno maturare comportamenti ecosostenibili ed una partecipazione attiva, adeguata alla loro età, nella tutela del territorio attraverso un approccio critico ai problemi e alla ricerca di possibili soluzioni.
Ciascuno di noi può dare il suo piccolo ma fondamentale contributo ad una causa che può garantire un futuro all’umanità e al pianeta.

Articolo precedenteAnno giubilare per la Parrocchia San Giuseppe Lavoratore
Articolo successivo“Mi amo”, spettacolo teatrale a Venafro contro la violenza sulle donne