di Redazione

Il gesto simbolico di coprirsi gli occhi con le mani rappresenta il passaggio da un mondo all’altro ed è la chiave, il manifesto, della rassegna di quest’anno. Un gesto semplice ma potente, che racconta lo stupore e la possibilità dell’immaginazione, attraverso tutti gli universi possibili: l’invito al pubblico è quello di lasciarsi trasportare dall’arte.  Fotografia e colonna sonora sono un omaggio agli anni Ottanta: in sottofondo le note dedicate a Pino D’Angiò, recentemente scomparso, con la sua hit senza tempo, “Perdoni tenente” del 1981.

Il gesto semplice di coprire gli occhi con le mani, metafora di un viaggio introspettivo che ti permette di sognare e di creare arte, in qualsiasi sua forma e in ogni piccolo luogo della quotidianità: è questo il filo rosso che segue il video della 4a edizione di Alta Marea Festival, il festival di cinema, arte e musica, ideato e diretto dal regista Antonio De Gregorio, e da una squadra composta dalla storica Valentina Salierno, e dalle graphic designer Adele Sorressa e Chiara Tuttolani, che animerà il borgo antico di Termoli dal 31 luglio al 2 agosto. Lo spot è da oggi online sui profili social della manifestazione: dal titolo Infiniti mondi possibili, gioca con una metafora del viaggio e dei sogni ad occhi chiusi, con un linguaggio fresco e raffinato. Sensazioni senza tempo si incontrano, i gesti di ieri sono gli stessi di oggi, di noi che attendiamo l’estate: I bambini che aspettano il momento del gelato, una macchina elettrica in arrivo sul lungomare, la genesi artistica di un quadro all’aperto e una barca che ondeggia serenamente nelle maree di Termoli. “Ognuno, a suo modo – spiega De Gregorio – sogna ad occhi chiusi un viaggio, un modo di stare al mondo e di sviluppare arte come una sedia del cinema: quando entri dentro un cinema si spengono le luci, ti avvolgi nel seggiolino e inizi il tuo viaggio personale per infiniti mondi possibili. E da qui la voglia di ritornare a periodi stimolanti e visivamente chiari, come gli anni ‘80 che il team di realizzazione del video ha voluto citare nello stile della ripresa ma anche e soprattutto nei colori”. Dagli anni Ottanta, in più, il video prende ispirazione con la colonna sonora che omaggia il grande Pino D’Angiò, cantautore recentemente scomparso, con la sua classica “Perdoni tenente”, hit del 1981. Allo spot ha collaborato un gruppo di lavoro interamente giovane e molisano: oltre al regista Antonio De Gregorio,  al d.o.p. Fabio Manso, anche Michele Ritota, Raffaele Ciavarella, Stefano Rinaldi e Mirko Palladino. Nel cast anche l’attore Marco Caldoro, che presenterà le serate della kermesse, affiancato da tantissimi giovani del territorio. “Il mio obiettivo principale – ha aggiunto Fabio Manso, autore della fotografia dello spot – era creare una fotografia che richiamasse lo stile retrò degli anni ’80. Ho scelto di utilizzare colori molto saturi e inquadrature tipiche di quel periodo, per trasmettere una sensazione di freschezza e leggerezza, rendendo il messaggio più accessibile”.

Il team Alta Marea è composto dallo stesso Antonio De Gregorio (direttore artistico), Valentina Salierno (responsabile comunicazione e pr), Adele Sorressa e Chiara Tuttolani (responsabili della comunicazione e graphic designer), Nicola e Francesco Marzoli (logistica e direzione). A loro si aggiungono numerosi volontari e volontarie che lavorano al festival con passione e lungimiranza. L’iniziativa ha già il sostegno del Comune di Termoli, di Studio Ekò, di Italian Vessels, della Fabbrica Italiana Sintetici, di KeyPartner, Brico OK Termoli, De Gregorio Elettroforniture, Iovine Impresa Funebre e Acqua Molisia.

Tutto il programma è disponibile su www.altamareafestival.it 

Info: info@altamareafestival.itwww.altamareafestival.it 

Prezzi: Tutti gli eventi all’interno del cartellone sono gratuiti.
I luoghi del festival: largo Tornola, vico Tornola III, piazza Duomo.

Articolo precedenteArriva in Molise Appennino Bike Tour: le novità dell’edizione 2024
Articolo successivoPensiero del mattino – 12 luglio 2024. Grande sopportazione