Facebook punta sui bambini, nasce “Messenger Kids”. Cosa ne pensate? Questa la domanda abbiamo posto nel nostro sondaggio. Per il 69% dei nostri lettori è una scelta inquietante. Il 28% ritiene che non si debba speculare sui bambini. Solo il 3% non ci trova nulla di strano.


Anche i bambini potranno chattare su Messenger. Messenger Kids è un’app dedicata a chi ha meno di 13 anni e avrà una serie di funzionalità attraverso le quali i genitori potranno controllare tutto quello che accadrà al suo interno.

«La nuova app – assicura (e rassicura) la compagnia – non richiede un account su Facebook dei bimbi ma si utilizza tramite l’account sul social dei genitori». Insomma, saranno mamma e papà ad autorizzare l’uso di Messenger Kids e a decidere con quali contatti i loro figli potranno scambiare messaggi e avviare videochat.

Facebook giura che i dati dei bambini non verranno usati per «profilare» i clienti e che le app sono regolate in base al Children’s online privacy and protection Act (Coppa), la legge di protezione della privacy dei bambini online. La novità per ora parte solo negli Stati Uniti.

Articolo precedenteIsernia – Le Stelle di Natale, per il Cip premiate Giada Dato e Agostino Caputo
Articolo successivoIsernia – Le Stelle di Natale, ancora una volta la NAI protagonista