L’Apem e Federcomtur, esprime solidarietà per l’evento increscioso avvenuto all’alba, dopo una giornata di lavoro nei confronti dell’amico e proprietario di un’attività di bar in pieno centro di Campobasso.

Si parla tanto di sicurezza e immigrazione e non e più concepibile ad oggi sentire giornalmente episodi di questo genere, adesso anche nella nostra città, che fino a qualche anno fa era, almeno nel campo sicurezza una realtà, quasi priva di questi episodi.

Indubbiamente non bisogna fare di tutta un erba un fascio, ma non sarà un caso che da qualche tempo si sentono, tra le cronache locali episodi legati a risse, furti ed aggressioni, con coinvolgimenti di varie etnie, a tal proposito ci chiediamo come possa un immigrato con richiesta di asilo politico, ospite di un centro di accoglienza, circolare tutta la notte indisturbato, non conosco le procedure esatte, ma credo che debbano firmare e giustificare eventualmente se alloggiano altrove.

Intanto va fatto un plauso alle forze dell’ordine per l’immediato intervento e ci auspichiamo che la situazione possa essere monitorata anche con l’attivazione al più presto delle telecamere già predisposte nelle zone nevralgiche.