Entrano nel vivo i festeggiamenti dedicati ai Santi martiri Primiano, Firmiano e Casto, compatroni di Larino e della Diocesi.

Martedì 15 maggio 2018 ricorre la solennità di San Primiano

Il programma prevede alle 8 la messa in Cattedrale e, a seguire, la processione fino alla chiesa dei Santi Martiri larinesi per la celebrazione, alle 10.30, di una seconda funzione. Al termine di questa messa la processione riprenderà costeggiando l’anfiteatro dove ci sarà una piccola sosta con benedizione (in passato la messa veniva celebrata proprio all’interno dell’anfiteatro romano) per poi raggiungere la cappella di San Primiano, oggi situata al cimitero.

In questo caso, così come avvenuto lo scorso 3 maggio, inizio del ‘maggio larinese’ l’intero corteo sarà preceduto da tanti bambini con i caratteristici “Palii”, consistenti in lunghe aste di legno sulla cui sommità sono posti drappi multicolori e multiformi, finemente lavorati, per indicare il trionfo della fede ottenuto con il sacrificio della vita.

Alle 18 solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo, Gianfranco De Luca, che impartirà anche il sacramento della Cresima. Seguirà la processione con le reliquie di San Primiano (un frammento osseo dello stesso Martire contenuto nell’artistico braccio benedicente, realizzato nel XV secolo) per le vie del centro storico medievale.

Mercoledì 16 maggio 2018

Commemorazione liturgica dei Santi Martiri Larinesi Firmiano e Casto con una messa celebrata alle 19 in Cattedrale. Si tratta di un evento di fede, comunione, riscoperta di una lunga storia e di particolare coinvolgimento popolare: come ricorda Giuseppe Mammarella, responsabile dell’Archivio storico diocesano, proprio “la presenza cristiana nell’attuale territorio molisano è documentata, all’inizio del IV secolo, dal sacrificio dei Martiri Larinesi Primiano, Firmiano e Casto”.