Sono iniziate questa settimana, e proseguiranno fino alla prima settimana di dicembre le assemblee della FLC CGIL che si svolgeranno in videoconferenza e coinvolgeranno tutte le scuole del Molise (vedi calendario allegato). In questo difficile momento, la FLC CGIL ritiene necessario confrontarsi e supportare i lavoratori sulle principali problematiche e criticità che si stanno vivendo nelle istituzioni scolastiche.

Discuteremo insieme della situazione relativa alla sicurezza, correlata all’emergenza epidemiologica in atto ed all’applicazione dei protocolli anti Covid nelle scuole. Consulteremo i lavoratori sul contratto integrativo che regolamenta la didattica digitale integrata, siglato dalla FLC dopo il raggiungimento di un’intesa politica con impegni precisi da parte del Ministero e la sostituzione della nota ministeriale emanata unilateralmente dall’Amministrazione, con una nuova condivisa con le OO.SS. Ci confronteremo sulle tematiche relative al rinnovo contrattuale ed alle insufficienti risorse previste dalla legge di bilancio e, infine, verranno illustrate brevemente le modalità di pensionamento dei lavoratori della scuola, in vista della prossima scadenza per le domande, fissata al 7 dicembre.

Tutti sono consapevoli del grande lavoro portato avanti in questi mesi da Dirigenti scolastici, docenti e personale Ata, che si sono impegnati in tutti i modi per garantire agli studenti un avvio regolare delle attività didattiche in presenza. Nonostante l’impegno profuso dai lavoratori della scuola, Governo, Regioni ed EE.LL, ciascuno secondo le proprie competenze, hanno brillato per inerzia su temi fondamentali, quali, ad esempio, il rafforzamento e la stabilizzazione degli organici, il potenziamento del sistema dei trasporti e della rete sanitaria territoriale.

La FLC CGIL Molise, anche in questo momento, è al fianco dei lavoratori che cercano di assicurare, in un contesto difficilissimo, una scuola pubblica di qualità e si batterà in tutte le sedi affinché ciascuno faccia la sua parte e si assuma le responsabilità che gli competono per garantire il diritto all’istruzione e alla salute, che rappresentano per noi un binomio inscindibile.