Oggi, domenica 15 dicembre 2019, per la sedicesima giornata del campionato nazionale di serie D, girone F, si affronteranno alle ore 14.30 al Civitelle di Agnone (IS) la Polisportiva Vastogirardi e la Recanatese. A presentare la gara casalinga il Direttore Generale della formazione altomolisana Antonio Crudele e l’allenatore Francesco Farina.

La gara contro la Recanatese – spiega Antonio Crudele – è una partita come le altre che affronteremo , come sempre, con il massimo della concentrazione fisica e mentale. Si tratta di un avversario importante, che fino ad ora nel campionato ha dimostrato di valere tutta la seconda posizione in classifica, attualmente occupata.

Rispetto massimo per l’avversario e tanta umiltà da mettere in campo. Scenderemo sul terreno di gioco per puntare alla massima posta in palio. Si sono ufficialmente aperte le liste di svincolo – continua il Dg altomolisano – ed abbiamo lasciato andare Luglio e De Feo. Con loro, sono partiti per altre avventure calcistiche Varsi, Di Mauro, D’Aguanno e Grazioso, ai quali voglio augurare il meglio per il proseguo della loro carriera professionale e nel contempo ringraziarli per quello che hanno dato alla causa Vastogirardi. Accogliamo con piacere i nuovi acquisti di Nicolas Pesce, centrocampista , ex Gladiator, classe 1991 e di Mattia Bruni, attaccante ex Chieti classe 1999”.

Il commento tecnico prima della gara di domenica, affidato come sempre alle parole di mister Francesco Farina.

“Incontriamo una delle tre squadre più forti del campionato. Hanno calciatori che possono risolvere la partita in qualsiasi modo e momento. Noi – spiega l’allenatore del Vastogirardi – faremo la nostra onesta partita, cercando attraverso il gioco di fare del male alla Recanatese, consapevoli che nelle ultime tre partite di campionato siamo stati troppo penalizzati”.

Gli episodi in questione , ricordati dall’allenatore del Vastogirardi, al quale non si può fare altro che dare ragione sono il goal valido annullato a Giulianova, il rigore netto per fallo di mano in area non concesso contro la Sangiustese e l’altro rigore non concesso a Kyeremateng nell’ultima gara contro la Sangiustese.