Il 6 febbraio 2019 è scomparso in maniera prematura e inaspettata lo psicologo Ernesto Gaudiano, conosciuto anche come autore di vari libri, quali “Il Ragioniere Esposito Chisciotte”, “Il Cravattaro”, “I Rimba e i Bamba e la pillola etero”, nei quali affronta sempre in chiave umoristica e satirica vari problemi sociali, quali l’usura, l’emarginazione delle persone della terza età o i disagi di chi vive in una grande città.

Sono note alla città di Isernia le iniziative del dottor Gaudiano sia a favore delle donne con delle conferenze quale quella con la F.I.D.A.P.A. presso la provincia sul tema “Il percorso del rispetto: donna – infanzia – società”, sia soprattutto per gli anziani con una serie di tavole rotonde presso il centro sociale “Sabino D’Acunto”, dove ha toccato vari temi d’attualità, dalla raccolta differenziata – come selezionare i rifiuti, al ruolo dei nonni nella famiglia e nella società.

Ernesto Gaudiano mancherà a chiunque abbia avuto la fortuna di conoscerlo e di condividere momenti unici con lui, perché la sua positività e la sua espressività non sono comuni.

Ricordiamo Ernesto sempre gioioso, elegante, ironico ed arguto, una persona gentile e perbene. La sua scomparsa recente ha lasciato un vuoto incolmabile tra gli amici e nei familiari che non possono dimenticarlo, facendo tesoro dei tanti ricordi bellissimi e preziosi e conservando sempre immutata l’eredità dei sentimenti che ci ha lasciato. Il motivo principale del presente comunicato è di rendere noto che in Molise abbiamo delle strutture sanitarie di assoluta eccellenza, quali l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (I.R.C.C.S.) Neuromed di Pozzilli.

Come medico posso testimoniare che mio marito Ernesto Gaudiano nei 28 giorni di ricovero presso il Neuromed (9 gennaio – 6 febbraio 2019) ha avuto assicurate tutte le cure necessarie, dimostrando un’altissima serietà e professionalità da parte di tutto il personale medico ed infermieristico, che lo hanno curato sempre con il massimo impegno.

Mi sento in dovere di rendere noto e pubblico un bell’esempio di sanità di altissimo pregio: quella dell’Istituto I.R.C.C.S. NEUROMED di Pozzilli. E voglio ringraziare, anche a nome dei familiari, il personale medico e il personale infermieristico tutto.

In particolare ringrazio i medici della Terapia Intensiva:

il professor Aloj Fulvio, D’Angelo Michela, Marino Valeria, Scioli Giovanna, Gatta Attilio, Agliarulo Emilano, De Benedictis Giuseppe, Fertuso Giuseppe;

i medici della Neurochirurgia II:

professor Esposito Vincenzo, D’Elia Alessandro, Vangelista Tommaso, Morace Roberta, De Angelis Michelangelo, Di Russo Paolo;

i cardiologi:

Luigi Del Mastro e Onofrio Ragozzino