“I commissari e i subcommissari alla sanità nelle Regioni saranno generali e tenici, scelti cioè sia fra figure di legalità che tecniche. Mi hanno accusata di voler militarizzare la sanità, ma in alcune realtà questo è necessario”. A dirlo il ministro della Salute, Giulia Grillo, ospite per un’intervista esclusiva al palazzo dell’Informazione dell’Adnkronos.

“Stiamo cercando una figura di legalità e una figura tecnica, lo schema che seguiamo è questo. In Molise mi hanno accusato di voler militarizzare la sanità: non è così. Ma in Molise, Calabria, Campania non puoi non mettere una figura di legalità, sono Regioni dove sono agli onori della cronaca i problemi giudiziari. Quindi lo schema sarà questo: un generale e un tecnico, come subcommissario, così si ha una squadra completa”.