“Sarà la Croce Azzurra di Venafro ad occuparsi gratuitamente del trasporto dei dializzati in provincia di Isernia e questo, non per pochi giorni, ma per sempre. Infatti, grazie ad un incontro che ho voluto fortemente e avuto ad Isernia con il consigliere regionale Massimiliano Scarabeo, persona questa che come me si è dimostrato molto sensibile al problema, abbiamo trovato la brillante soluzione ad un serio e gravoso problema che, per davvero, stava per essere fin troppo strumentalizzato.

Mi sono sempre sentita una persona d’azione, una persona che preferisce i fatti alle chiacchiere e, con Scarabeo, non solo c’è stata sintonia ed immediata intesa ma, penso che abbiamo definitivamente risolto il problema trasporto dializzati in provincia di Isernia. Infatti, unitamente a Scarabeo, abbiamo immediatamente contattato Massimiliano Cicchino, il presidente dell’Associazione Pubblica Assistenza Croce Azzurra di Venafro, che si è reso immediatamente disponile a rendere gratuitamente questo servizio per il bene primario dei pazienti”.

E’ quanto dichiarato da Aida Romagnuolo capogruppo della Lega alla Regione Molise. Il presidente Cicchino, ha continuato Romagnuolo, persona questa estremamente professionale, umana e sensibile, ci ha confermato che il trasporto avverrà gratuitamente dall’abitazione del paziente alla sede ospedaliera indicata. Abbiamo ritenuto infine opportuno, ha proseguito Romagnuolo, che lo stesso Cicchino comunicasse al Presidente della Regione dott. Toma, ai Direttori Sanitario e Amministrativo dell’Asrem e, al Direttore Sanitario dell’Ospedale di Isernia, quanto a me e al consigliere Scarabeo confermato, cosa questa già avvenuta e di cui ne possediamo una copia. Grazie quindi alla Croce Azzurra di Venafro, al suo presidente Cicchino e grazie al collega Scarabeo, ha concluso Romagnuolo, si chiude con il nuovo anno un episodio che ha sollevato fin troppe ed inutili polemiche e che rende giustizia, anche al Commissario Giustini.

Romagnuolo precisa che in merito al trasporto dei dializzati di Isernia, la Croce Azzurra di Venafro si è resa disponibile ad effettuare il servizio gratuitamente e per sempre, per il solo bene dei pazienti e su sollecitazione mia e del collega Scarabeo. Tutto questo, solo dopo aver appurato dagli organi di stampa regionale che la Croce Rossa di Isernia avrebbe effettuato gratuitamente il servizio esclusivamente dal 1 al 5 gennaio 2019, come d’altronde si evince in tutti i comunicati stampa. Il pessimo spettacolo che si sta strumentalmente offrendo ai molisani, dimostra la pochezza delle argomentazioni ed offende soprattutto gli ammalati. Le bugie hanno le gambe corte. L’importante è che il problema del trasporto dei dializzati è stato risolto. Viva il Molise, viva i molisani.