Riceviamo e pubblichiamo

E’ stato revocato, in data odierna, lo stato di agitazione del personale GTM, procedura propedeutica ad azioni rivendicative, che la rappresentanza Filt-CGIL, aveva inaugurato nelle scorse settimane, a causa del mancato pagamento della mensilità di dicembre da parte della Azienda e per le consuete indeterminazioni finanziarie degli Enti erogatori e/o committenti.

Possiamo dire, esprimendo la nostra soddisfazione, che la vicenda è stata risolta per l’impegno delle Parti, inclusa la Prefettura di Campobasso, che aveva sollecitamente avviato il confronto per la conciliazione. La mensilità è stata liquidata ai dipendenti benché il mandato di pagamento fosse riferito alla mensilità di novembre, mensilità anticipata dalla Azienda che ha inteso trasferire ai dipendenti a titolo di mensilità.

Con l’auspicio che intanto, il settore competente dell’Ente regionale predisponga i trasferimenti finanziari per il Trasporto Pubblico Urbano, per la regolarità dei flussi a favore dei Comuni, si acquisisce il dato, relativamente positivo, che pone le maestranze in una migliore condizione, allontanando i disagi immaginabili conseguenti alla mancata retribuzione mensile.

Cristino Lepore – Segretario regionale Filt Termoli