Nella seduta di ieri pomeriggio, venerdì 21 novembre, in occasione della scadenza di metà legislatura, la dodicesima della vita della Regione Molise, il Consiglio regionale ha rieletto, con 15 voti favorevoli (si sono contate cinque schede bianche e una nulla) Salvatore Micone a Presidente dell’Assemblea legislativa.

Sono intervenuti per esprimere le proprie posizioni in rappresentanza dei Gruppi consiliari che presiedono, il Presidente della Regione Donato Toma e i Consiglieri Armandino D’Egidio, Filomena Calenda, Quintino Pallante, Alida Romagnuolo, Angelo Michele Iorio, Gianluca Cefaratti, Micaela Fanelli, Andrea Greco.

Ha espresso parimenti la propria dichiarazione di voto anche il Consigliere Vittorino Facciolla. Hanno composto il seggio elettorale, oltre al Presidente uscente Salvatore Micone, i Consiglieri Segretari anch’essi uscenti Vittorio Nola e Aida Romagnuolo.

A seguito della sua proclamazione il Presidente Micone ha voluto ringraziare i Consiglieri per la fiducia espressagli, frutto anche del lavoro svolto in questi due anni per la tutela dell’istituzione consiliare e della giusta rappresentanza della maggioranza e delle minoranze.

Micone ha anche tracciato un percorso che l’Assise a suo parere dovrà seguire per la seconda metà della XII Legislatura, insieme alle Commissioni permanenti, per affrontare le varie ed importanti problematiche che attanagliano il territorio molisano, dando risposte ai cittadini ed al mondo economico-sociale.

L’Assemblea ha quindi provveduto ad eleggere i componenti dell’Ufficio di Presidenza, due vice Presidenti e due Consiglieri Segretari. Sono stati dunque eletti Filomena Calenda (con 13 voti),e Angelo Primiani (8 voti), Vice Presidenti del Consiglio regionale. Mentre quali Consiglieri Segretari, invece, sono stati eletti Armandino D’Egidio (8 voti) e Vittorino Facciolla (7 voti).

Hanno composto il seggio elettorale per il rinnovo di tutti i componenti dell’Ufficio di Presidenza, oltre al Presidente uscente Salvatore Micone, i Consiglieri Segretari, anch’essi uscenti, Vittorio Nola e Aida Romagnuolo. L’Assemblea ha quindi approvato con 12 voti favorevoli e 8 contrari la ricomposizione delle quattro Commissioni consiliari permanenti. Sono intervenuti per dichiarazione di voto i Consiglieri Iorio, Greco, Manzo e Fanelli.

Nello specifico le Commissioni saranno così articolate sulla base delle indicazioni provenienti dai vari Gruppi politici:

– I Commissione – Orientamento ed organizzazione amministrativa – 5 componenti– 5 componenti, 3 di maggioranza e 2 di minoranza

Composizione:

Di Lucente, Cotugno (sostituito da Cefaratti), Pallante (sostituito da D’Egidio), Greco e Fanelli

– II Commissione – Sviluppo economico – 6 componenti– 5 componenti- 4 di maggioranza e 2 di minoranza

Composizione: Iorio, Toma (sostituito da D’Egidio), Micone (Romagnuolo), Cavaliere (sostituito da Di Baggio), Nola e Facciolla.

– III Commissione – Assetto ed utilizzazione del territorio – 5 componenti– 3 di maggioranza e 2 di minoranza

Composizione: D’Egidio, Di Baggio, Romagnuolo, Fontana, De Chirico.

– IV Commissione – Servizi sociali – 5 componenti, 3 di maggioranza e 2 di minoranza

Composizione: Cefaratti, Calenda, Niro (sostituito da Di Lucente), Manzo e Primiani.

A norma di Regolamento per il funzionamento dell’Assemblea, il Presidente Salvatore Micone ha convocato ad horas le quattro Commissioni per l’elezione dei rispettivi Uffici di Presidenza.

La I Commissione ha quindi eletto come Presidente il Consigliere Di Lucente, come Vice Presidenti i Consiglieri Cefaratti e Greco, Segretario il Consigliere D’Egidio.

La III Commissione ha eletto come Presidente il Consigliere Romagnuolo, come Vice Presidenti i Consiglieri D’Egidio e Fontana, come Segretario il Consigliere De Chirico.

La IV Commissione ha eletto come Presidente il Consigliere Cefaratti, come Vice Presidenti i Consiglieri Di Lucente e Manzo, come Segretario il Consigliere Calenda.

La II Commissione non si è riunita per mancanza del numero legale.