Si complica la situazione anche nel centro-destra in vista del voto del 22 aprile, questa mattina si è saputo della rinuncia del Giudice Vincenzo Di Giacomo alla candidatura alla presidenza della Regione, tra le motivazioni: l’accordo non unanime dei partiti sulla sua figura.

Una rinuncia pesante quella Di Giacomo che apre a nuovi scenari politici nella coalizione di centro-destra e rischia di sfaldare quella tanto invocata unità chiesta da più parti. Dopo il no di Pietro al centro-sinistra, la rinuncia del giudice del tribunale di Isernia alla candidatura per il centro-destra, provoca un altro terremoto nella politica molisana.

Ecco la nota ufficiale di Vincenzo Di Giacomo

“Considerato che diversi organi di informazione continuano a riportare appelli rivolti alla mia persona per una ipotetica candidatura alla presidenza della Regione, nel ringraziare ribadisco la mia indisponibilità già precedentemente comunicata”.