Il Suap di Isernia alla ribalta nazionale. È giunto al termine il progetto “Riformattiva” messo a punto dal Formez, che ha visto la struttura isernina tra i dodici Suap italiani ammessi a far parte del progetto pilota sulla semplificazione amministrativa, che ha chiuso i lavori con un evento nazionale, svoltosi in videoconferenza lo scorso dicembre.

Ottimi i risultati raggiunti dalla struttura isernina, che ha appunto ottenuto il riconoscimento di “best pratice” ed ha partecipato all’evento nazionale di chiusura, durante il quale la responsabile del servizio, la d.ssa Barbara Di Castro, ha illustrato ai presenti l’organizzazione del Suap di Isernia, la struttura e il lavoro svolto con il Formez e il Dipartimento della funzione pubblica, finalizzato appunto all’accrescimento delle competenze e alla semplificazione amministrativa, tema centrale del progetto.

Parole di apprezzamento per la struttura isernina sono giunte dai vertici del Formez, dal menzionato Dipartimento e dalla società Deloitte partner del progetto, che hanno evidenziato come anche strutture di modeste dimensioni come Isernia possano significare esempio di buona amministrazione, all’avanguardia con le procedure e i servizi offerti.

Presente all’incontro anche l’assessore al ramo, Linda Dall’Olio, che ha portato i saluti e i ringraziamenti dell’amministrazione per l’importante vetrina che ha significato, per la realtà isernina, essere inseriti in un circuito nazionale di rilievo.

Nell’incontro, gli organizzatori hanno espresso viva soddisfazione per la vicinanza mostrata dall’amministrazione comunale nella partecipazione ai lavori, che, dopo una serie di incontri tenutisi presso il Suap di Isernia, si sono svolti da remoto a causa della pandemia, che purtroppo non ha reso possibile lo svolgimento dell’evento in presenza presso il Comune di Isernia, così come era in programma.

L’amministrazione comunale è stata vicina al progetto già dalle prime fasi, avviate appunto nel febbraio del 2019 allorquando era assessore Emanuela Guglielmi, e che ha saputo poi riconoscere nel progetto, completamente gratuito, un’opportunità di visibilità e rilancio per la collettività non solo isernina, ma di buona parte del territorio, visto che il Suap di Isernia gestisce i servizi per ben venti Comuni della provincia.

E proprio a tal proposito, è di pochi giorni fa l’istituzione del Tavolo tecnico regionale dei Suap, istituito con decreto del presidente della Regione Molise, cui la d.ssa Di Castro è membro effettivo insieme ai colleghi di Campobasso, Termoli e Venafro.

«Sono entusiasta dei risultati e del lavoro che stiamo svolgendo con il Suap, – ha dichiarato l’assessore Linda Dall’Olio – che, oltre al lavoro ordinario, ha portato avanti questo progetto in maniera impeccabile, visti i risultati ottenuti, e ha redatto strumenti di programmazione importanti, come la stesura del nuovo Regolamento Suap, il nuovo Regolamento fiere e mercati, le nuove convenzioni da stipulare con i Comuni aderenti e i protocolli d’intesa con gli enti terzi, tutti atti che saranno portati all’attenzione di giunta e consiglio nei prossimi mesi.

Quando c’è sinergia, lavoro di squadra, – ha aggiunto Dall’Olio – dedizione al lavoro e elevato senso di responsabilità i risultati si ottengono, a beneficio dell’intera collettività e del territorio, che mai come in questo periodo difficile ha bisogno di impulso, attrattività e stimoli per favorire lo sviluppo economico e sociale».