Presentato ieri mattina nella Biblioteca Comunale il programma ufficiale della 42° Edizione del Carnevale di Larino. Tante le iniziative che andranno ad arricchire il carnevale storico più antico del Molise, quest’anno forte della presenza di sei carri allegorici, illustrate nel corso dell’incontro con la Stampa.

Ad iniziare da quelle proposte dalla Pro Loco, rappresentata dal Presidente Michele Di Ridolfo, che nella giornata di ieri (16 febbraio) organizzerà un laboratorio creativo dedicato al Carnevale per gli studenti delle scuole elementari. Mentre domenica prossima (19 febbraio), nell’ex sala consiliare in via Cluenzio, sempre la Pro Loco promuoverà una festa in maschera dedicata ai bambini.

Il vice Sindaco Assunta D’Ermes ha evidenziato le visite guidate al Museo Civico e alla Mostra Permanente del Carnevale Larinese presso Palazzo Ducale, che si svolgeranno sabato 25 e domenica 26 dalle ore 10.00 alle 13.00.

All’assessore Stefano Vitulli il compito di relazionare in dettaglio sul programma del 25 e 26 febbraio, le giornate clou del Carnevale.

Dalle ore 16.00 del pomeriggio di sabato 25, in piazza del Popolo, è prevista l’inaugurazione della 42° Edizione con la riconsegna del trofeo Larinella alla Città di Larino e l’inizio delle esibizioni dei Corpi di Ballo, in attesa delle ore 17,30 quando inizierà la sfilata notturna dei carri allegorici.

Il programma di domenica 26 febbraio prenderà il via sempre con la visita al Museo Civico del Municipio (ore 10.00 – 13.00), mentre dalle ore 11.00 alle 13.00, nella cittadella del Carnevale di Piano San Leonardo, è prevista la visita guidata ai “giganti di cartapesta”. Dalle ore 16 è attesa la seconda sfilata dei carri allegorici e dei relativi corpi di ballo, in attesa della premiazione prevista per le ore 19.30 in Piazza del Popolo, prima di dare il via alla festa che durerà fino alla mezzanotte.

Altra novità della 42° Edizione, la premiazione delle maschere partecipanti al Carnevale, prevista per martedì 28 febbraio, alle ore 18.30 presso il Teatro Risorgimento, dove sarà anche allestita una mostra fotografica delle edizioni precedenti.

Il sindaco di Larino, Vincenzo Notarangelo, ha quindi posto l’accento sulle aumentate misure di sicurezza, garantita dalla presenza costante di un’autoambulanza, di un gruppo antincendio, dagli estintori lungo tutto il percorso della sfilata, dai Vigili Urbani e dalle Guardie Ecologiche.

La conferenza stampa di presentazione del 42° Carnevale di Larino si è conclusa rendendo protagonisti i rappresentati dei gruppi costruttori, nel mostare e raccontare agli organi di informazione i bozzetti, i nomi ed i significati dei sei carri di cartapesta. Mettendo in evidenza, ancora una volta, non solo la perizia realizzativa acquisita negli anni, ma lo spirito migliore del Carnevale di Larino.

Quello votato all’unità popolare e all’orgoglio di presentare al grande pubblico la sfilata e la festa più bella del Molise.

Di seguito, i nomi dei carri e dei gruppi che li hanno realizzati:

1) “Ritorno alle radici” – gruppo Modellarte in collaborazione con I Gatti Randagi ed i Briganti.
2) “Un flop da paura” – Gruppo Gioventù Frentana
3) “Solo chi sogna può volare” – Gruppo i Wuajunciell
4) “Dove le parole finiscono inizia la musica” – Gruppo i Ragazzi del Centro Storico
5) “Il mondo che (non) vorrei” – gruppo Latitanti
6) “Dalla parte del Toro” – Gruppo Larinelli.

Articolo precedenteEvade dai domiciliari, arrestato dai Carabinieri un 36enne di Castelpetroso
Articolo successivoVenittelli: “Presentata la polizza ricavo. Proteggerà l’agricoltore da perdite per minori ricavi derivanti anche da sovrapproduzione”