di Redazione

Ha riaperto al pubblico oggi, mercoledì 3 aprile, l’ufficio postale di Guardiaregia. Già disponibili a sportello il cedolino della pensione, la certificazione unica e il modello “OBIS M” completata la riorganizzazione degli spazi e maggiore comfort ambientale – nuova configurazione della sportelleria per agevolare tutti i segmenti di clientela – attenzione alla sicurezza: impianto di videosorveglianza collegato con la Security Room di Napoli e sportelli antirapina “roller cash” con cassaforte ad apertura temporizzata.

Sono terminati, infatti, i lavori di ristrutturazione della sede finalizzati ad accogliere, non appena saranno operativi, tutti i principali servizi della Pubblica Amministrazione grazie al progetto “Polis – Casa dei Servizi Digitali”, l’iniziativa ideata da Poste Italiane per promuovere la coesione economica, sociale e territoriale nei 7 mila comuni con meno di 15mila abitanti contribuendo al loro rilancio. Nell’ambito degli interventi, si inserisce inoltre la nuova configurazione della linea di sportelleria, con altezze ribassate per agevolare tutti i segmenti di clientela e postazione di lavoro ergonomica per favorire una corretta postura. Grande attenzione anche per la sicurezza: l’ufficio postale di Guardiaregia, infatti, è dotato di impianto di allarme collegato con la Security Room di Napoli, operativa 24 ore su 24 in attività di controllo e vigilanza dei siti aziendali, che consente di monitorare possibili intrusioni nei locali e all’occorrenza intervenire con la richiesta di pronto intervento delle forze dell’ordine; inoltre, il sistema antirapina “roller cash” gestisce per ogni postazione una cassaforte ad apertura temporizzata consentendo di mettere in sicurezza il contante al termine di ogni operazione a sportello. L’ufficio postale di Guardiaregia è a disposizione dei cittadini con il consueto orario: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.20 alle 13.45. Quello di Guardiaregia è il trentaquattresimo ufficio postale molisano interessato dagli interventi del Progetto Polis, di cui 29 già operativi. Nella sola provincia di Campobasso ad oggi sono state coinvolte 25 sedi: in 3 sono attualmente in corso i lavori di ammodernamento e 22 hanno riaperto con la nuova configurazione. Inoltre, per l’anno in corso è in programma il rifacimento di ulteriori 12 uffici postali. 

Articolo precedentePensiero del mattino – 4 aprile 2024. Non puntare il dito contro il debole.
Articolo successivoTORNEO CITTA’ DI AGROPOLI COL PREMIO “DISCIPLINA” PER I CAMPIONI IN ERBA VENAFRANI