La Regione Molise ha sbloccato 85 milioni di euro relativi alla ricostruzione post-sisma.

Alla fine qualcosa si è mosso. Dopo mesi e mesi di proteste da parte dei sindaci del cratere sono arrivati una parte dei fondi necessari al completamento della ricostruzione post-terremoto del 2002.

Di questi fondi una parte (15 milioni) serviranno a coprire lavori già effettuati dalle aziende, il rimanente servirà per nuove opere.
Così il governatore Iorio, evidentemente soddisfatto:”Immettiamo nel sistema imprenditoriale molisano 15 milioni di euro che potranno aiutare le singole aziende in questo momento di difficoltà. Come pure avviamo lavori per 70 milioni che possono consentire a varie imprese, e ai rispettivi operai, di riprendere l’attività e cercare di superare nel migliore dei modi questa crisi”.
Adesso sarà importante che il Governo nazionale consideri questi fondi come esenti dai vincoli del Patto di Stabilità, altrimenti saremo punto e a capo.
Articolo precedentePlayoff A2, brutta sconfitta per il Venafro
Articolo successivoEarth Day, la giornata della terra