Questa mattina, a latere di una manifestazione pubblica svoltasi a Telese alla Presenza del Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, del Sottosegretario Umberto Del Basso De Caro, e di diversi parlamentari, consiglieri regionali della Campania ed amministratori locali della Provincia di Benevento, ho avuto modo, in una serie di contatti ed incontri, di vedere confermata la disponibilità di tali rappresentanze a sostenere il ripristino del collegamento ferroviario Campobasso – Benevento confermandone il valore strategico per il trasporto merci e passeggeri, stante il finanziamento per 6 miliardi di euro della tratta ad alta velocità Napoli – Bari e visto il confronto aperto della Regione Molise con il Governo finalizzato alla stesura di un Accordo di Programma sul rilancio produttivo, occupazionale e competitivo del territorio dell’Area di crisi Campochiaro – Bojano – Isernia – Venafro.

La Regione Molise ha scelto di investire sull’elettrificazione della tratta Campobasso – Roma, nel mentre la Regione Campania ha inserito tra gli interventi finanziati quello riferito all’elettrificazione Benevento – Pietrelcina.

Resterebbe da completare la risistemazione e l’elettrificazione del collegamento di poche decine di chilometri tra le stazioni di Bosco Redole e Pietrelcina, per garantire il ripristino di una linea ferroviaria che garantirebbe sia al Molise che all’Alto Sannio di accedere all’infrastrutturazione strategica veloce più importante in via di realizzazione tra le due principali città del Sud, Napoli e Bari.

Per le nostre imprese questa opportunità consentirebbe di veicolare i container su ferro e non su gomma con economie di spesa e maggiore sicurezza per la viabilità locale. E per pendolari, studenti e lavoratori, il collegamento rapido con Benevento e quindi con le aree metropolitane di Napoli e di Bari, determinerebbe vantaggi e agevolazioni negli spostamenti rapidi che si sommerebbero in positivo con quelli della linea Campobasso – Roma.

Su questi temi, dopo averli trattati il 7 settembre a Napoli con la Regione Campania, ho avuto modo di constatarne la pubblica condivisione sia del Ministro Delrio che del Sottosegretario Del Basso De Caro che hanno ascoltato l’illustrazione di questa proposta da parte del Consigliere Regionale della Campania, Mino Mortaruolo, con cui mi ero già confrontato in queste settimane, e che nei prossimi giorni presenterà una Mozione alla Regione Campania simile alla bozza allegata che ho trasmesso per l’istruttoria alla Commissione Ambiente della Regione Molise.

Sul piano tecnico ho approfondito la proposta con l’On. Costantino Boffa già componente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati e attuale coordinatore tecnico per la Regione Campania su queste materie ed in particolare sulla realizzazione della linea ad alta velocità Napoli – Bari.

Si tratta di coinvolgere energie in positivo su questo progetto per tirare fuori il Molise dall’isolamento e valorizzare in chiave di sviluppo produttivo il riconoscimento dell’area di crisi industriale complessa del 7 agosto 2015.

 

Bozza di Mozione:

“Premesso che il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato il Decreto del 07.08.2015 sul riconoscimento dell’Area di Crisi industriale complessa del Molise Interno, Campochiaro-Boiano-Isernia-Venafro, attivando uno specifico gruppo di lavoro con la Presidenza del Consiglio dei Minsitri, il Ministero delle Infrastrutture, il Ministero del Lavoro, la Regione Molise, INVITALIA ed altri Ministeri, con l’obiettivo di definire un Accordo di Programma incardinato su tre pilastri:

  • incentivi alle imprese
  • ricollocazione dei lavoratori interessati
  • potenziamento della rete infrastrutturale finalizzata al miglioramento della competitività del sistema territorio;

 

Tenuto conto che la Regione Molise e la Regione Campania, con distinti atti di programmazione hanno deciso di finanziare rispettivamente l’elettrificazione delle tratte ferroviarie Campobasso-Isernia-Venafro e Benevento-Pietrelcina;

 

Considerato che dalla stazione di Bosco Redole in Molise alla stazione di Pietrelcina in provincia di Benevento è già presente una tratta ferroviaria su cui poter eseguire lavori di manutenzione, potenziamento ed elettrificazione, col contestuale ripristino del collegamento su rotaia Campobasso-Benevento;

 

Verificata per le vie brevi l’adesione al progetto delle amministrazioni e delle rappresentanze istituzionali locali, regionali e nazionali della Campania e del Molise, stante il rilievo strategico di un atto di programmazione che offrirebbe ad un’ampia fascia della dorsale appenninica più interna di collegarsi alla tratta ad alta velocità Napoli-Bari, finanziata con 6 miliardi di euro dal Governo;

 

IMPEGNA

 

Il Presidente della Giunta Regionale e la Giunta Regionale del Molise ad attivarsi, di concerto con la regione Campania, nei confronti del Governo:

  • al fine di predisporre un’intesa sull’elettrificazione della tratta ferroviaria Campobasso-Benevento, da inserirsi nell’Accordo di Programma sull’Area di Crisi industriale complessa del Molise Interno tra le infrastrutture strategiche per lo sviluppo locale e per innalzare la competitività del sistema territorio
  • ad intervenire nei confronti delle Ferrovie dello Stato per ripristinare il collegamento Campobasso-Benevento”