La Polizia di Stato di Termoli ha dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare emessa dal Tribunale di Larino nei confronti di un uomo di 63 anni del Basso Molise, responsabile di stalking nei confronti della ex moglie.

Le indagini degli uomini del Commissariato di P.S. di Termoli hanno condotto alla denuncia ai sensi dell’art. 612-bis c.p. dell’uomo per aver molestato, minacciato di morte e di subire altre violenza fisiche la ex moglie, legalmente separata, ingenerando nella stessa un grave stato d’ansia per il timore di un pericolo concreto per la propria incolumità.

Dopo circa 20 anni di matrimonio, la donna ha deciso di porre fine al matrimonio, dal momento che la convivenza era divenuta insostenibile a causa delle continue vessazioni psicologiche inflitte dall’uomo e dei maltrattamenti che si erano protratti per anni, spesso al cospetto dei figli della coppia. Negli ultimi tempi la donna si era rivolta anche ad uno psicologo, giungendo infine alla determinazione di separarsi.

A distanza di un anno dalla separazione, avvenuta nell’estate 2019, presumibilmente in seguito all’inizio di una nuova relazione sentimentale da parte della donna, sono cominciate le minacce dell’ex marito, il quale è persino giunto a commissionare il furto dell’autovettura della donna e a minacciare di morte, in differenti occasioni, sia quest’ultima che il nuovo compagno.

Con la misura cautelare adottata, nei confronti del responsabile deli atti persecutori è scattato il divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla ex moglie, unitamente al divieto di comunicare con la stessa in qualunque modo.