di Don Emilio Cioffi

Anche oggi, come ieri, veniamo chiamati dal nostro tempo a compiere il nostro dovere, a non essere fannulloni, ma seri, in ciò che dobbiamo svolgere. Questo è il nostro tempo, tempo prezioso per fare di noi persone speciali, ed è necessario dare un contributo per migliorare ciò che il buon Dio ci chiama a fare. Sì amici, non trascuriamo il dovere, il dare esempio, soprattutto essere onesti con chi ci confrontiamo. E se vogliamo che sia una giornata speciale dobbiamo essere noi a far sì che lo diventi! Ispiriamoci a chi lavora la creta che man mano gli da una forma… finché non gli dà soddisfazione. In sostanza non stancarti di provare tante volte fino a quando non sei soddisfatto e se trovi difficoltà insisti, vedrai che a fine giornata ti sentirai appagato di quello che hai fatto. Buona giornata di soddisfazioni. Vi benedico. Amen.

Articolo precedenteI termovalorizzatori del Lazio (quelli già costruiti) fanno male alla salute: lo studio continua
Articolo successivoREGIONE, INCONTRATO IL COMITATO SPONTANEO DEI LAVORATORI DELLA SANITÀ MOLISANA ASSUNTI CON SOCIETÀ ESTERNE