di Don Emilio Cioffi

Non meravigliarti, amico o amica, se non senti più frasi del tipo “ti voglio bene”, “mi manchi”, “come stai…” Dovremmo dire “tutto normale” visto che ognuno di noi pensa a custodire gelosamente la propria privacy, la propria salute e soprattutto l’indifferenza agli altri. Questo, amici, dovrebbe chiamarsi “modernissimo, emancipazione”… ma credo, come possiamo verificare, che così non è.
Amici, non corriamo dietro a falsi idoli, quelli non fanno altro che pensare a come vivere agiatamente sempre meglio… ma invece volgiamo il nostro cuore, i nostri occhi al cielo: solo da lì arriva la nostra pace interiore, la nostra serenità, la nostra vera garanzia per la nostra gioiosa vita. Vi auguro un bel buon giorno. Vi benedico. Amen.

Articolo precedenteVerso l’audizione della Capitale Italiana della Cultura 2026 : “Se vince Agnone, vince tutto il Molise e le aree interne italiane”
Articolo successivoPATRICIELLO, PASSAGGIO NELLA LEGA DI SALVINI. IL 2 FEBBRAIO LA SUA PRIMA USCITA PUBBLICA