Che profumo hai addosso…?

Condividiamo con gli altri le gioie e i dolori, i successi e gli insuccessi, ma soprattutto incoraggiamo dove bisogna farlo. Mai essere gelosi degli altri, per non odorare di cattiveria! Si amici, i sentimenti, sia cattivi che buoni, hanno il loro profumo ed il peggiore -detto “puzza”- è quello che si sente di più per le nostre strade, nei nostri paesi, nei luoghi di lavoro…persino nelle nostre chiese che, meno male, hanno il Sacramento nel tabernacolo che riesce a sopraffare il cattivo odore! Si amici tutti, nel mondo c’è cattivo odore perché l’uomo non ama più come dovrebbe, non si comporta più bene nel rispetto delle buone regole della morale cattolica. Ma cosa ci aspettiamo da questo nostro atteggiamento negativo e puzzolente alla fine del nostro tempo? Sicuramente il cattivo e nauseante odore dell’inferno! Vale la pena essere cattivi? Credo proprio di no… Un bel gesto d’amore toglie il cattivo odore e fa ritornare il profumo delizioso del bene. Buona giornata di tanta riflessione e continuiamo a pregare per Francesco e per tutti i giovani che si trovano in pericolo. Vi benedico, diacono don emilio cioffi, il profumatore, di Dio. Amen.

Don Emilio Cioffi

Articolo precedenteAppalti pubblici: il principio di rotazione si applica anche alle società in house
Articolo successivoLa Natività nella storia dell’arte in presentazione a Pozzilli