di Don Emilio Cioffi

Se tu uomo cerchi di essere uguale alla donna non sei uomo. Come se la donna cerca di essere uguale all’uomo non è donna. Il diritto di “essere” è una cosa bella purché non si svaluti il proprio “io sono”. Tutti siamo, con ruoli diversi, uguali. Dio ci ha creati per vivere insieme ed accettare la diversità di ogni singola persona. Allora perché affannarsi andando alla ricerca di “parità” quando ognuno è unico e completo nella sua caratteristica?
Se nel tuo cuore c’è rispetto, c’è amore, c’è la voglia di apprendere dall’altra persona, a cosa serve manifestare dei presunti diritti? Amici, credo che chi sta alla ricerca del proprio diritto non conosce il dovere del rispetto. Ognuno di noi è speciale davanti a Dio. La violenza sulle donne non viene da Dio, chi la fa non ha Dio nel cuore. Evidentemente quel tipo di uomo si comporta da assatanato verso la donna perché sa bene che ha difronte qualcosa di speciale che lui non ha: generare attraverso l’amore di Dio. Una vera parità non potrà mai esserci solo perché i ruoli sono diversi ma uguali. Ricordiamo che come l’uomo ha il potere di valutare se ciò che fa vale la pena farlo. La donna, alla stessa maniera, ha il potere di valutare se ciò che fa vale la pena farlo. Questa si chiama libertà …che va usata nel rispetto altrui. Chi impedisce questa libertà non è degno di essere chiamato, o chiamata, ad occupare alcun ruolo nella società. La famiglia ha un ruolo importante, se non impariamo ad amarla, a rispettare le sue regole, continueremo sempre a cercare un diritto che non arriverà mai, se non fino a quando si mette al primo posto il cercare la pace per sé stessi e per gli altri. Per questo, amici, non strappiamo la pagina del diritto alla vita, ma siamo tutti “Uno” per difendere chi viene maltrattato o maltratta, dalla mano assassina, senza vita. Poi ognuno faccia come meglio crede, io sono contro ogni abuso fatto sulle persone, sugli animali e sulla natura. Buona giornata di tanto diritto di vivere in pace per far vivere in pace. Vi benedico.Amen

 

Articolo precedenteISERNIA, ANCORA SIRINGHE NEL CENTRO STORICO
Articolo successivoLARINO. Sabato 25 novembre screening gratuito per il diabete.