Nel corso della conferenza stampa programmata, presso la locale Scuola Allievi Carabinieri, è stata illustrata l’odierna operazione di servizio della Compagnia Carabinieri di Campobasso.

All’alba di oggi, venerdì 9 ottobre, i Carabinieri del Nor di Campobasso, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Campobasso su richiesta della Procura, nei confronti di tre soggetti resisi responsabili di condotte di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti del tipo”cocaina” a numerosi tossicodipendenti.

Dalle indagini è emerso che i tre arrestati, due associati presso il carcere di via Cavour ed uno sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, avevano posto in essere una fiorente attività di spaccio di cocaina utilizzando la propria abitazione come base logistica per la preparazione dello stupefacente in dosi nonché quale punto di cessione ai vari consumatori, senza sdegnare la consegna a domicilio.

Le dosi venivano ordinate facendo ricorso a telefonate e/o sms che precedevano l’incontro per la cessione. Con tali modalità veniva altresì fissato il prezzo di acquisto e stabilito il momento dello scambio. Nel corso delle indagini è stata sequestrata cocaina importata dalla vicina regione Puglia e da immettere sul mercato di Campobasso. I diversi acquirenti identificati, sono stati segnalati alla Prefettura per le conseguenti sanzioni amministrative.

Numerose le perquisizioni (complessivamente 40) di cui alcune eseguite anche fuori regione, a carico dei soggetti a vario titolo coinvolti. Nel corso dell’operazione, i Carabinieri hanno impiegato anche 4 unità cinofile specializzate nella ricerca della droga.

L’attività investigativa così svolta, si inserisce nel contesto delle linee di intervento che la Procura della Repubblica di Campobasso ha promosso al fine di contrastare la diffusione e lo spaccio delle sostanze stupefacenti, fattore di moltiplicazione di condotte delittuose e motivo di attrazione della criminalità organizzata sul territorio molisano.