Riceviamo e pubblichiamo nota dell’ On. Anita di Giuseppe (IDV) sul grave caso del museo archeologico di Isernia.

 ROMA  –  “Il caso del Museo archeologico di Isernia è tanto grave quanto incredibile” cosi l’On.Di Giuseppe Idv – “nel 1978 durante i lavori per la costruzione della superstrada Napoli -Vasto fu scoperto vicino ad Isernia, in località La Pineta, un giacimento preistorico rivelatosi di eccezionale importanza sia per dimensioni che per datazione, abitato circa 730.000 anni fa da ominidi definiti col nome di Homo Aeserniensis. 
Sebbene avviata da subito l’istanza per la costruzione del Museo del paleolitico, ancora oggi a distanza di quasi 30 anni, lo stesso risulta non ultimato ed anzi presenta già evidenti segni di degrado, questo è Impensabile , anche alla luce della pioggia di soldi, milioni di euro, stanziati per l’opera. 
E’ lecito domandarsi il perché di questa noncuranza e di questo abbandono per un complesso( sito archeologico e museo), tra i più importanti d’Europa, definito dalla comunità scientifica come un patrimonio preistorico eccezionale, non solo per il Molise, ma per l’intera umanità.
Pertanto ho presentato una interrogazione parlamentare chiedendo al Ministro di promuovere un’ispezione per appurare eventuali rsesponsabilità e per intervenire fattivamente affichè questo scandalo finisca”.
 
On. Anita Di Giuseppe