In data 26 febbraio 2019, la Stazione Navale di Termoli, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di polizia demaniale disposti dal Reparto Operativo Aeronavale, ha sottoposto a sequestro uno stabilimento balneare situato sul litorale costiero del Comune di Campomarino.

Le misure cautelari reali sono scattate perché il titolare, benché la concessione fosse scaduta il 31 ottobre 2018, non aveva provveduto allo smontaggio ed alla rimozione delle attrezzature (chiosco, bar, infermeria ecc.) che occupavano complessivamente oltre 300 mq circa di arenile recintato. Il responsabile è stato deferito alla competente A.G. per occupazione abusiva del demanio marittimo. L’operazione si è svolta con la collaborazione del per sonale dell’Ufficio Tecnico del Comune di Campomarino.

Articolo precedenteContinua la campagna di prevenzione sulle malattie respiratorie “Io Respiro”: La seconda tappa si svolgerà a Termoli
Articolo successivoLa vertenza ‘San Stefar’ finisce sul tavolo del prefetto di Campobasso, dipendenti in stato di agitazione