Lo ha dichiarato la deputata di Liberi e Uguali, l’onorevole Giuseppina Occhionero, secondo la quale il Movimento 5 stelle dopo le batoste in Abruzzo e Sardegna resta in stato confusionale.

“Ieri – ha aggiunto la parlamentare molisana – il Presidente del Consiglio Conte ha fatto ricorso al triste ”metodo Renzi” delle slide per ottenere un vacuo effetto annuncio”. Secondo l’onorevole Occhionero il pomposo Piano proteggi Italia è solo il riparto di risorse già stanziate anche da precedenti Governi e di cui si sapeva già tutto.

I soldi per la prevenzione e per le emergenze da dissesto idrogeologico erano già sugli stati di previsione dei ministeri dell’ambiente e dell’agricoltura e nell’art. 24-quater del decreto fiscale dello scorso ottobre. Dalle slide non esce un euro in più e non poteva essere diversamente.

“La vera sfida italiana – ha ribadito la deputata di Leu – sta nella cultura della prevenzione, nella lotta agli abusi edilizi e al consumo di suolo e in una capacità amministrativa di spesa lungimirante ed efficace. Tutti elementi – ha concluso Giuseppina Occhionero – che al Momento 5 stelle e alla Lega di Salvini mancano radicalmente.