Nessuna zona verde, perché tutta l’Italia deve fronteggiare l’emergenza Covid, anche nelle aree meno colpite dal virus. L’Italia, nell’ultimo Dpcm appena pubblicato in Gazzetta ufficiale, è divisa in tre aree, gialle, arancioni e rosse.

Il Molise rientra temporaneamente nella “zona gialla” con restrizioni meno drastiche, ma in caso la situazione dei contagi dovesse peggiorare, il ministero della Salute, puo’ decidere di farci rientrare nell’area arancione o rossa. “Non sappiamo ancora, aspettiamo di capire”. Lo ha dichiarato a Rai Radio1, ospite di “Un Giorno da Pecora”, il governatore Toma, riferendosi alle zone di ‘rischio’ previste dal nuovo Dpcm.

Nella zona gialla sono valide le misure stabilite dal governo per tutto il territorio nazionale, senza le ulteriori restrizioni, dunque, volute per differenziare queste regioni da quelle considerate più a rischio. Tra le norme essenziali ci sono: l’obbligo di indossare la mascherina quando si esce di casa e il divieto di uscire da casa tra le 22 e le 5 (si può uscire esclusivamente per motivi di lavoro, di salute o casi di necessità). Stabilita anche la chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi, ma rimangono aperti al loro interno i negozi alimentari, le farmacie, parafarmacie ed edicole.

Chiuse anche mostre, musei e sale bingo. Per quanto riguarda i mezzi pubblici, confermata su tutto il territorio la capienza ridotta del 50%, mentre la scuola sarà in dad dalle superiori. Restano consentiti gli spostamenti sia all’interno del proprio Comune sia fuori. Permesso anche raggiungere un’altra regione purché anch’essa inserita in fascia gialla. Per quanto riguarda lo sport, è consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche nelle aree attrezzate e parchi pubblici, ovviamente dove questi siano accessibili e comunque nel rispetto della distanza di sicurezza.

Restano aperti nella fascia gialla anche i circoli sportivi, ma è vietato l’uso degli spogliatoi. Restano chiuse, invece, piscine e palestre. Bar, ristoranti e Pizzerie aperti fino alla 18, con servizio a domicilio e asporto fino alle 22.

Ultim’ora

Dpcm, le misure su zone rosse, arancioni e gialle slittano a venerdì.