Ormai Luigi Mazzuto, coordinatore regionale della Lega e assessore a termine, in preda al panico, offre sempre di più ai cittadini molisani l’impressione di essere ossessionato da Aida Romagnuolo.

E tutto questo, è quotidianamente davanti agli occhi di tutti, nonostante proprio Romagnuolo abbia contribuito a portare nel Molise, alle scorse elezioni politiche, la Lega dallo 0,38% a percentuali a due zero e gli abbia concesso, successivamente, l’assessorato alla Regione. Bella riconoscenza.

Dopo gli ultimi gravi avvenimenti politici che hanno visto la Lega non essere presente con una propria lista alle elezioni provinciali di Campobasso e, questo nonostante che tra le nostre fila c’erano moltissimi e noti amministratori locali tra cui diversi sindaci pronti a scendere in campo, perché vicini ad Aida Romagnuolo, comunico che rassegno le mie irrevocabili dimissioni da Coordinatore cittadino della Lega di Sant’Elia a Pianisi (CB).

Oggi, di fatto, nel Molise il nostro partito della Lega, grazie a Mazzuto, è totalmente subalterno a tutti gli altri partiti della coalizione di centro-destra e questo, proprio perchè Mazzuto non vuole perdere l’assessorato.

Personalmente, reputo gravissimi ed ingiustificati i comportamenti di Mazzuto, di cui chiedo ufficialmente per il bene della Lega, le dimissioni da coordinatore regionale, perchè oltre a vantarsi di essere stato il primo ad aderire, poi nei fatti non ha mai fatto più nulla per la Lega, niente. Io non lo vedo dalle scorse elezioni regionali di aprile e, mai sono stato convocato ad una riunione o l’abbia visto a Sant’Elia.

Però Mazzuto, è invece sempre pronto a bloccare tutte le iniziative promosse dalla nostra Aida Romagnuolo e questo, cosa molto probabile, almeno fino a quando il Capogruppo della Lega alla Regione non si stancherà e gli toglierà la fiducia in Giunta. Mi auguro per il bene dei molisani e del nostro territorio, a breve.

Articolo precedenteVincenzo Longobardi è il nuovo presidente di Confindustria Molise
Articolo successivoRegione, stanziati 520mila euro per sostenere gli interventi di eliminazione e superamento delle barriere architettoniche