L’amministrazione è solita affidarsi alla Divina Provvidenza per risolvere le criticità di questa regione. Vale per lo spopolamento, per la disoccupazione, per la ricostruzione, per gli investimenti infrastrutturali, vale per la sanità e vale pure per l’assenza di corrente.

Già da lunedì l’Enel ha avvisato tutti i residenti della zona, i commercianti e gli uffici del disagio odierno che dovrebbe terminare verso le 13.

Mentre le attività commerciali hanno provveduto ad attrezzarsi per cui in queste ore funzionano perfettamente, la Regione Molise con tanto di Protezione Civile non è stata in grado di fare andare avanti i lavori della più importante seduta: quella sul bilancio. E pensare che lo stesso presidente del Consiglio ha presentato un emendamento per istituire la scuola di Protezione Civile. Per farsi campagna elettorale?

Intanto da questa mattina dipendenti e consiglieri stazionano dinanzi a palazzo D’Aimmo quasi fossero manifestanti.

Articolo precedentePiena adesione all’iniziativa “Sport e socialità…nel rispetto delle regole”,  Perrella: “lo sport ha unito ancora”
Articolo successivoVenafro. Quattro arresti per droga, tutti appartenenti al clan Spada