di T.A.

SI PRESENTA ANCHE L’ARTISTICO “PRESEPE DELLA CROCE” IN BASILICA, OPERA DI UN CAMPANO

Una cerimonia ideata anni addietro dall’indimenticabile Guardiano/Rettore di Basilica di San Nicandro ed attiguo Convento Francescano, P. Antonio Gambale, riproposta annualmente dai Frati Minori Cappuccini della città d’intesa col Comune di Venafro e che anche per il prossimo 8 dicembre, ricorrenza dell’Immacolata, mercé il Guardiano attuale P. Antonio Lo Sapio si ripeterà in cima al campanile della Basilica subito dopo la S. Messa delle h 10.30. Trattasi della rituale deposizione della corona di fiori alla statua della Madonna che svetta sul campanile del sito religioso venafrano al fine di omaggiare la Vergine. E tanti venafrani ambosessi e di ogni età come ogni anno vi assisteranno dal basso sul piazzale della Basilica, tributando al termine fragorosi applausi alla significativa cerimonia e ai vigili del fuoco che avranno portato in cima l’omaggio floreale attraverso i mezzi tecnici del loro Corpo militare. Venafro ribadirà in tal modo i propri sentimenti di fede verso la Vergine, nonché la vicinanza alla comunità francescana della città. C’è poi attesa anche per scoprimento e benedizione dell’artistico “Presepe della Croce” allestito da operaio campano sul pianerottolo antistante la Santa Manna, composizione ogni anno ammirata da tanti per il certosino ed assai curato allestimento. Appuntamento quindi nella mattinata dell’8 dicembre alla Basilica di San Nicandro a Venafro per presenziare a tutto quanto.

Articolo precedente“UN DONO PER UN DONO”, INIZIATIVA CHE APRIRA’ A VENAFRO IL NATALE 2023
Articolo successivoUna potenziale nuova prospettiva per il trattamento della schizofrenia