Spesso casi peculiari accadono in politica, come è avvenuto a Montefalcone nel Sannio, dov’è pronta a ripartire la campagna elettorale. Come spiega RaiNews, infatti, nel piccolo comune molisano ci  sarà il ballottaggio. Nonostante le elezioni si siano tenute da tempo, precisamente il 13 e 14 giugno scorso, la questione è ancora aperta: al momento delle elezioni la lista “Futuro Montefalcone” che ottenne 535 preferenze, una in più di “Montefalcone nel cuore”,  ma con l’ultima sentenza il Tar ha attribuito un voto in più alla lista sconfitta: quest’ultimo, determina quindi la parità assoluta.

Infatti, al momento della vittoria di Fabio Pasciullo e la sua squadra, Gilda Del Borello e i suoi non si sono arresi e sono ricorsi alla giustizia amministrativa, contestando la mancata attribuzione di alcune preferenze.

Ieri la sentenza del Tar Molise ha riconosciuto la validità di una preferenza espressa a favore della lista “Montefalcone nel cuore”. Preferenza che – scrivono i giudici – l’ufficio elettorale della sezione interessata aveva “illegittimamente invalidato”. Con il voto ritenuto valido dai giudici amministrativi e la rideterminazione dei voti la competizione elettorale finisce esattamente in pareggio.

Perciò, come regolato dalla legge si procederà al turno di ballottaggio tra i due candidati per ottenere il ruolo di sindaco: Pasciullo e Del Borrello.

Articolo precedenteCampobasso, due squadre del Liceo D’Ovidio alle Finali Nazionali della Matematica di Cervia
Articolo successivoMeteo: previsioni del tempo per il giorno 16/01/2023