E’ mio dovere ringraziare pubblicamente l’onorevole Lorenzo Cesa che con coraggio e determinazione ha presentato questa mattina l’emendamento al Decreto Aiuti Ter per dare anche ai precari Covid del Molise la possibilità di essere stabilizzati come nel resto d’Italia.

La mia presenza ieri nel transatlantico di Montecitorio è stata proficua dal punto di vista politico anche per allacciare il dialogo con le forze politiche di opposizione nonostante, lasciatemi lo sfogo, i mal di pancia di qualche organo di stampa locale più preoccupato a denigrarmi che a raccontare ai cittadini la realtà dei fatti e sperare in un esito positivo del problema che riguarda centinaia di famiglie molisane.

Tornando alla politica, spero che il centrodestra mostri compattezza sull’argomento quando il Dl Aiuti Ter verrà discusso alla Camera dei Deputati il prossimo 8 novembre,  avendo io stesso sollecitato telefonicamente la deputata di FDI Lancellotta e dopo il confronto e le rassicurazioni del coordinatore regionale della Lega Michele Marone per un intervento concreto al ministero dell’Economia nonché le rassicurazioni di Forza Italia.

Martedì 8 novembre tornerò alla Camera dei Deputati per seguire il dibattito e monitorare personalmente la situazione perché lo ritengo un dovere morale verso coloro che nel periodo più buio del Covid hanno messo la loro professionalità a disposizione di tutti noi molisani.

Articolo precedenteDecreto Molise. Claudio Lotito avverte Della Porta: “Dobbiamo pensare insieme al bene del territorio non lasciandoci prendere da iniziative personali”
Articolo successivoLA MOLISANA MAGNOLIA, CONTRO LA DINAMO SASSARI POSSIBILITÀ DI TRIS PER I #FIORIDACCIAIO