Riceviamo e pubblichiamo

Il 152° anniversario della fondazione del Corpo Militare Volontario della Croce Rossa Italiana ed il 110° del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana, rappresentano un momento di festa per le Donne e gli Uomini appartenenti a queste gloriose istituzioni, attorno a cui mi stringo con un abbraccio affettuoso e riconoscente. È la festa di chi lavora tutti i giorni, con impegno, con passione e sacrificio spinto ben oltre i limiti del semplice Volontariato; è il momento in cui si deve riconoscere il valore aggiunto che, con impagabile entusiasmo, queste Donne e questi Uomini offrono alle persone che quotidianamente si rivolgono a loro.

È la celebrazione di due emerite istituzioni, solidi punti di riferimento per le Forze Armate e per la comunità tutta. È impossibile quantificare con dati e statistiche l’impegno che ogni giorno gli Uomini del Corpo Militare Volontario CRI e le donne del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana profondono per garantire a tutti di vivere serenamente, liberi dalle mille paure che attanagliano la società contemporanea così complessa. Difficile enumerare tutte le attività che vedono impegnati i nostri Corpi Ausiliari delle FF.AA.; certamente si tratta di un’alacrità silente, priva di qualsivoglia clamore, ma che riverbera i propri effetti positivi su tutti noi.

L’operosità degli Uomini e delle Donne dei Corpi CRI Ausiliari delle FF.AA., è dimostrato concretamente in Italia e all’estero, in situazioni di gravi crisi internazionali, in supporto alle nostre Forze Armate, in cui la tutela della salute e della incolumità di militari e civili, necessitano di maggiore impegno.

Questo momento celebrativo costituisce un doveroso omaggio ai tanti Militari e alle molte Infermiere Volontarie che con dedizione non comune operano con condiviso afflato insieme a tutti i Volontari CRI Molisani, tutti i giorni, 24/24, 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno, per la gente, per le persone, senza mai tirarsi indietro a fianco di chi soffre, a servizio delle Istituzioni libere e democratiche. A queste Donne e a questi Uomini deve andare la nostra profonda gratitudine, ed alle loro famiglie il nostro affettuoso sostegno e il più vivo ringraziamento.

Viva il Corpo Militare Volontario, viva il Corpo delle Infermiere Volontarie, viva la Croce Rossa Italiana.

Il Presidente
Dott. Giuseppe Alabastro