Da tempo, il mercato di Venafro, è oggetto di critiche a causa degli enormi disagi creati al traffico cittadino nei giorni in cui sono presenti le bancarelle nell’area indicata per il suo svolgimento.

Ora sembra che, per ovviare al problema, ci sia una soluzione individuata dal geometra venafrano Lorenzo Greco, con tanto di planimetria, che potrebbe essere presa in considerazione dall’ amministrazione comunale ed in particolare dall’assessore Anna Barile.

Soluzione che prevede lo spostamento del mercato nell’area denominata “Piazza Portanuova”. In questo modo ci sarebbero minori disagi sia per i residenti e sia per chi deve entrare e uscire dalla città con l’auto, oltre ad avere più vie di fuga in caso di emergenza.

“Corso Molise è una delle più importati via d’ingresso e di uscita dalla città – afferma Greco -, attraverso la quale si raggiungono luoghi ed uffici di primario interesse come: gli uffici comunali in Piazza Cimorelli, l’ufficio Postale, le caserme dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, l’imbocco della strada provinciale per Conca Casale, la stazione ecc. Chiudendo due volte la settimana Corso Molise, tutto il traffico si riversa inevitabilmente su Via Colonia Giulia, che già di per se, da sempre, risulta una via molto critica dal punto di vista del traffico cittadino. Se poi si considera anche che questo disagio avviene addirittura due volte la settimana, risulta evidente che è urgente trovare una collocazione alternativa all’attuale mercato comunale. Da considerare, inoltre, che l’attuale ubicazione fu individuata dall’allora Commissario Prefettizio, Dott.ssa Giuseppina Ferri, con Delibera Commissariale n° 35 del 12/02/2013 che recita: “…si delibera di approvare la sperimentazione di nuova dislocazione dei mercati settimanali, spostando gli stessi su Corso Molise e Via S. Andrea, in via temporanea fino a nuova disposizione, per la verifica della sua funzionalità”. Sono trascorsi da allora quasi 7 anni ed il mercato è ancora ubicato in luogo sperimentale, si immagina anche privo di qualche parere essenziale da parte di autorità competenti”.

Come già detto, spostando il mercato in “Piazza Portanuova”, cuore della città, l’area interessata dal posizionamento delle bancarelle riguarderebbe le strade perimetrali la Villa Comunale all’interno del quale ricadono alcuni spazi ed edifici di notevole importanza: le 4 cannelle; il lavatoio, la Palazzina Liberty, il laghetto. Da non sottovalutare, tra le altre cose, che ripristinando e rendendo a norma per i portatori di handicap gli attuali bagni pubblici, posti sotto le scalette dell’ingresso alla Villa Maria, il mercato verrebbe dotato, a contrario dell’attuale, di bagni pubblici.

Articolo precedenteIndividuti e denunciati dai Carabinieri gli autori di un furto perpetrato ai danni di una scuola di Pozzilli
Articolo successivoSanità, stanno distruggendo il Molise. Iorio: Toma non sottoscriva il Patto per la Salute