Il Molise ha stupito e continua a farlo. Ancora una volta ai fornelli. Ancora una volta in un concorso gastronomico. A portare alto il nome della nostra regione, sfidandosi ieri a Matera a colpi di spadellate, una giovane delegazione della federazione italiana cuochi del Molise. Grazie alle loro capacità culinarie il Molise ha vinto la medaglia d’argento, dietro solo alla Basilicata, regione ospitante e attuale campioni Italiana.

A convincere la giuria composta da esperti del settore piatti innovativi e curati in ogni minimo particolare. A deliziare i loro palati una finta oliva di tonno, un involtino di rombo su ceci pestati e una sfera di rombo su crema di borragine selvatica; una triglia farcita con spinaci, peperone crusco e il suo fegato, in crosta di pane di Matera, totanetti al ripieno di ricotta profumata, salsa di prezzemolo, giardinetto di verdure e insalata di fregola; dulcis in fundo, il dessert “La murgia” realizzato con una mousse al limone e una al cioccolato, un biscotto al cacao , una pralina al limoncello, una colombina al cacao e gocce di cioccolato, il tutto decorato con il sorbetto al limone e una salsa al lampone.

Sul secondo gradino del podio gli chef molisani ci sono saliti ieri sera a Matera, al termine del XXI concorso gastronomico “La cucina calda nella ristorazione “, nel segno della Luce nel cibo e i colori della biodiversità, iniziativa volta a educare a una cultura innovativa attraverso i colori del cibo e a dare un senso artistico alla presentazione del piatto senza tralasciare il gusto.

Ed è stato proprio il gusto dei manicaretti preparati dalla FIC Molise a convincere ed entusiasmare i giudici, oltre alla composizione dei piatti e all’elegante scultura di cioccolato, che hanno fatto conquistare la medaglia d’oro. Dopo questa grande soddisfazione non resta che prepararsi in altrettanta maniera egregia per la prossima competizione. Gli ambiti Internazionali di Cucina.