di Christian Ciarlante

SPAZIO ELETTORALE/Questa sera, domenica 11 febbraio, Mario Pietracupa ha aperto la campagna elettorale presso l’Hotel Dora di Pozzilli. Un bagno di folla, tra simpatizzanti e amici, ha accolto il candidato per il centro-destra alla Camera dei deputati nel collegio uninominale pentro. Presenti anche Anna Elsa Tartaglione, Michele Iorio, Aldo Patriciello, Nunzio Luciano, Nicola Cavaliere, Luigi Mazzuto e Aida Romagnuolo. La coalizione di centro-destra è pronta per la sfida del 4 marzo, ci sono tutti i presupposti per far eleggere i suoi candidati sia alla Camera che al Senato.

Ottimismo ed entusiasmo per questa campagna elettorale che deve avere al centro di tutto il Molise. Aldo Patriciello ha voluto salutare e ringraziare tutti i presenti in sala e ribadito che anche per le regionali il centro-destra sarà unito. Ha parlato anche Michele Iorio che ha lanciato qualche frecciata nei confronti di alcuni esponenti del centro-sinistra allergici ai confronti. Anna Elsa Tartaglione ha avuto parole di elogio per tutta la coalizione e ha spronato tutti ad impegnarsi per vincere questa sfida.

A chiudere gli interventi è stato Mario Pietracupa che così ha aperto ufficialmente la sua campagna elettorale con lo slogan “Per il Molise insieme”. Pietracupa è apparso emozionato per la calorosa e numerosa accoglienza ricevuta. Ha ringraziato tutti per la presenza e ha tenuto un breve discorso per lanciare la sua corsa alla Camera dei deputati.

“Siamo una squadra, dobbiamo essere tutti uniti e andare avanti tutti insieme, non esistono cespugli, noi siamo una coalizione. Dobbiamo salvaguardare il Molise, i dati Istat confermano lo spopolamento della nostra regione, io parlerei più di desertificazione. I dati reali sono più pesati dei numeri forniti dall’Istituto di Statistica, basta girare il nostro territorio per rendersene conto.

I nostri competitor si sono occupati solo di litigare con il governo regionale. I nostri parlamentari dovevano pensare a difendere la nostra terra. Noi ce la metteremo tutta perché siamo sicuri di poter dare risposte ai cittadini, ma senza fare promesse. Abbiamo un programma di 10 punti, ma il più importante è quello che deve evitare la morte di questa regione. Nel maggioritario non dobbiamo farci la guerra tra noi. Siamo una coalizione ed è giusto che tutti votino per il loro partito. Dobbiamo essere responsabili per il bene del Molise”.